La chiusura di viale Alessandrino finisce in Consiglio

Momenti di tensione alla presenza dei cittadini. In aula anche l'assessore ai LL.PP. Paola Perfetti che ha relazionato sui lavori fatti e sulle problematiche aperte
Alessandro Moriconi - 12 Settembre 2019
Abitare A Settembre 2019

Una seduta di Consiglio a dir poco movimentata quella di oggi, giovedì 12 settembre 2019, davanti ad un gruppo di cittadini dell’Alessandrino venuti a protestare contro le lungaggine con cui il Comune di Roma e Acea Ato2 stanno provvedendo alla riparazione della rete fognaria all’intersezione con via delle Passiflore.

Presenti alcuni Commercianti e il parroco della Parrocchia di San Giustino che sono anche intervenuti per sollecitare la prosecuzione dei lavori e la conseguente riapertura di viale Alessandino, la più importante strada del quartiere.

I disagi e i danni a cittadini e commercianti

Commercianti e Cittadini hanno rappresentato i disagi e i danni che il perdurare della chiusura della strada, dalla prima quindicina di Luglio, sta procurando.

I danni vanno da quelli economici per i commercianti che hanno praticamente visto volatilizzarsi la clientela, a quelli igienico sanitari per il gran puzzo che fuoriesce dalla fogna praticamente aperta, ai topi che iniziano a circolare tranquillamente sotto le auto parcheggiate e alle difficoltà che migliaia di residenti hanno nell’utilizzare le quattro linee di bus deviate.

Le proteste dell’opposizione

I consiglieri di opposizione hanno duramente protestato sia per il ritardo ingiustificato con cui si è presentata l’assessore P. Perfetti, sia per il rifiuto ad invertire l’ordine dei lavori inserendo al primo punto una risoluzione per impegnare il Presidente Boccuzzi a sollecitare gli uffici, il Dipartimento e Acea ciascuno per quanto di propria competenza ad accelerare gli interventi di riparazione della fogna e a ripristinare la viabilità, magari anche solo per il traffico leggero.

La seduta è stata cosi aperta con la presentazione del consigliere E. D’Alessandro, presidente della Commissione Commercio, del parere sulla Delibera comunale per la modifica al Regolamento per la Somministrazione di Alimenti e Bevande nelle strutture ricettive alberghiere.

La D’Alessandro, forse anche per la presenza dei cittadini, ha utilizzato il suo tempo a disposizione per criticare aspramente e con durezza il M5S, reo di non ascoltare i cittadini e di sottovalutarne i contributi.

Vale la pena ricordare che i pareri su delibere Comunali non sono né obbligatori e né vincolanti per il Consiglio Comunale, tant’è che, terminato l’intervento del Presidente della Commissione Commercio, la presidente del Consiglio Violi ha aperto il dibattito e visto che non ci sono state richieste di intervento è passata alla dichiarazione di voto … nessuno schieramento politico ha ritenuto di fare dichiarazioni e nel tempo del battito d’ala di una farfalla l’atto di modifica al regolamento è stato approvato (un inutile spreco di denaro pubblico, se si pensa alle commissioni fatte e i gettoni erogati).

L’assessore Perfetti sui lavori in viale Alessandrino

L’assessore P. Perfetti ha relazionato sulla situazione attuale ad iniziare dalle cause che hanno determinato la rottura della fogna e della fuoriuscita di liquami dovuti (secondo lei) al cedimento di un allaccio condominiale alla rete fognaria. Ha in pratica giustificato la lungaggine dei lavori dovuti alla presenza di acqua nel sottosuolo che Acea Ato2 ha analizzato escludendo il fatto che fosse della rete Idrica e addebitandone la presenza ad una vena sorgiva di superficie.

Purtroppo problematiche così serie e dove la lungaggine nei lavori rischia di danneggiare una intera comunità, anche sotto l’aspetto economico, non possono essere affrontate con una corrispondenza pur fitta di telefonate ed email tra Municipio, Dipartimento e l’Acea società di pubblici servizi, portate avanti sia dall’assessore P. Perfetti che dal presidente della Commissione LL.PP. Christian Belluzzo e da ieri (11 settembre) con una lettera di richiesta di Intervento ad Acea a firma del Consigliere regionale Michela Di Biase che già stamattina (mentre in Consiglio l’Assessore relazionava) ha prodotto un nuovo sopralluogo di ACEA ATO2 che avrebbe escluso la presenza di acque chiare e/o di falda.

Sulle cavità di via Formia e via dei Gordiani

L’Ass.re Perfetti ha anche comunicato che stanno ormai per partire i riempimenti delle cavità di via Formia e dintorni e che sta per essere aggiudicato l’appalto per via dei Gordiani dove in questi giorni al centro Sportivo, adiacente al Parco Villa De Sanctis, sono stati interdetti gli usi di alcuni spogliatoi interessati dalla cavità sottostante.

Strade e marciapiedi interdetti

Grazie alle segnalazioni dei nostri lettori segnaliano una serie di strade e marciapiedi interdetti totalmente o parzialmente,  spesso anche per responsabilità riconducibili a proprietà privata, ma non per questo ne è giustificato l’abbando per mesi e mesi al loro destino.
Via dei Gerani (incrocio via dei Ciclamini)
Via dei Glicini (al centro della carreggiata in prossimità via dei Virgulti)
Via del Campo
Viale Alessandrino (intersezione con via Passiflore)
Viale Alessandrino (marciapiede)


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti