La nuova biblioteca Vaccheria Nardi: concluso un iter lungo 10 anni

Sostituisce quella di via Mozart ed è la seconda della città per dimensioni
di Federico Carabetta - 19 Dicembre 2009

Grande festa giovedì 17 dicembre 2009 in via Grotta di Gregna, dopo almeno 18 anni di attesa, si inaugura finalmente la biblioteca “Vaccheria Nardi”. Erano presenti il sindaco Gianni Alemanno, l’assessore capitolino alle Politiche Culturali Umberto Croppi, il commissario straordinario dell’Istituzione Biblioteche Igino Poggiali, il direttore delle Biblioteche di Roma Alessandro Voglino, il presidente del V municipio Ivano Caradonna.

La nuova biblioteca che sostituisce quella di via Mozart è, della città, la seconda per dimensioni e comprende una biblioteca per ragazzi, una mediateca e uno sportello Informagiovani. (Il programma fino a gennaio 2010  >>> )

Il presidente Caradonna, dopo aver salutato le autorità intervenute, ha dichiarato che l’obiettivo è stato raggiunto e che finalmente il V municipio ha una biblioteca adeguata. Sono seguiti gli interventi di Giovanni Moretti docente di Didattica della lettura dell’Università di Roma Tre e Presidente Comitato Scientifico Rete delle Biblioteche Scolastiche Multimediali Territoriali del IV e V municipio, Marco Cassini e Daniele Di Gennaro, Minimum Fax;  Eugenio Ragni docente Università di Roma Tre; Achille M. Ippolito docente Università di Roma La Sapienza, Giovanni D’Alfonso Associazione Spazio Tempo.

Ricordiamo che l’immobile di proprietà comunale denominato “Casale Nardi“ venne acquisito dal patrimonio del Comune di Roma nel gennaio 1999 con almeno otto anni di ritardo e venne assegnato alla allora V Circoscrizione con Ordinanza del Sindaco perché “fabbricato di alto valore storico-ambientale da recuperare”.

Per il restauro della Premiata Vaccheria dei fratelli Nardi fu prescelto il progetto dell’Architetto Zevi che prevedeva il restauro conservativo degli edifici e dello spazio esterno con l’adattamento, razionale e secondo norma, all’uso finale ad essi attribuito, cioè di ambienti idonei ad accogliere la Biblioteca Comunale di via Mozart, una grande sala per concerti e spettacoli, spazi per esposizioni, vari ambienti dedicati ad attività artistiche, un settore per la ristorazione ed un alloggio per il custode. I lavori iniziarono nei primi mesi del 1999.


Commenti

  Commenti: 1

    Commenti