La rinascita di Piazzale Loriedo

Serata di musica per la riapertura al pubblico di uno spazio inutilizzato da troppo tempo
Marco Picozza - 16 Giugno 2022

Dopo una lunghissima pausa torna a rianimarsi il parco di Piazzale Loriedo, e lo fa il 15 giugno 2022 con un evento culturale di grande rilevanza. Passa infatti per Colli Aniene il tour dell’Orchestra e Coro della First Baptist Church di Houston (Texas), per un concerto gratuito patrocinato dal Municipio Roma IV.

L’evento è stato promosso dalla Chiesa Cristiana Evangelica CEIZS (Comunidade Evangelica Internacional de Zona Sul) Italia di via di Tor Cervara, e ad accoglierci in piazza è proprio il pastore Fabio De Franca, che ci racconta come nasce e si evolve l’idea di questa serata. “Dopo due anni tragici eravamo desiderosi di lanciare un messaggio di ottimismo. La nostra Chiesa un mese fa è entrata in contatto con la First Baptist Church, poiché il loro gruppo di orchestra e coro, che si trovava in tour, voleva fermarsi per una tappa a Roma” – ha spiegato il pastore De Franca – “così ci siamo recati dal Presidente del Municipio Umberti al quale abbiamo esposto la nostra idea, dicendogli che noi ci saremmo occupati di tutta la parte artistica dall’inizio alla fine, mentre a lui ed all’amministrazione chiedevamo il supporto politico ed amministrativo per poter organizzare l’evento, nonché l’individuazione di un luogo idoneo per attuare questo progetto.
Umberti ha accettato con grande entusiasmo, promettendo di impegnarsi in prima persona per la riuscita dell’evento”.

E l’evento infatti, a soli 30 giorni da quell’incontro, è stato organizzato in tutti i suoi aspetti, a partire dalla bonifica di una piazza avvenuta il giorno prima.
Bonifica che ha riguardato tutta una parte dell’area che da tempo era diventata una mini discarica abusiva in piena regola e che aveva contribuito nel tempo al degrado generale dell’area.
L’idea dell’Amministrazione, nelle parole del Presidente della Commissione Ambiente del Comune Giammarco Palmieri, presente ieri sera all’evento (ma che ad un certo punto ha dovuto salutare tutti per andarsi ad occupare dell’incendio in corso a Malagrotta), è stata proprio quella di “lavorare per fare in modo che l’area torni ad essere un luogo di ritrovo e socialità per i cittadini.
A breve come Commissione Ambiente del Comune avvieremo l’iter per l’elaborazione delle linee guida del bando per l’assegnazione della struttura presente sull’area e per la gestione dell’area stessa”.

L’evento si è aperto già nel pomeriggio, con una serie di appuntamenti, finalizzati all’intrattenimento dei bambini, organizzati dalla ONLUS “La fionda di Davide” che ha portato in piazza una serie di attività interattive suscitando un grande coinvolgimento dei tanti bambini presenti e delle loro famiglie che hanno riempito la piazza già a partire dalle 17.

In serata quindi, dalle 20:30 circa, è stato il momento in cui il coro, che nella mattina si era già esibito nella chiesa di S. Agnese a Piazza Navona, ha potuto dare saggio della propria bravura.
Dopo un breve saluto del Pastore Fabio De Franca, che ha tenuto a ricordare in diversi passaggi a tutti i presenti il grande lavoro portato avanti con l’amministrazione municipale, un breve saluto anche del Presidente Umberti, visibilmente contento per la riuscita dell’evento.
“Quando le cose le dici a parole e poi le vedi nei fatti” ha detto Umberti “quelle cose danno il doppio della soddisfazione. Tutte le fatiche sono poi ripagate dalle emozioni che viviamo in questa piazza oggi e dai volti felici delle persone presenti”.

Dopodiché, la parola è passata alla musica.

Adotta Abitare A

Una serie di canzoni della tradizione gospel americana, incentrate principalmente sui temi della pace e della speranza, hanno calato la piazza in un clima simile a quello che spesso ci capita di vedere nei filmati che arrivano da oltreoceano, clima nel quale non poteva quindi mancare anche il saluto-predica del Pastore Gregg Matte di Houston, il quale dopo un caloroso saluto al pubblico romano ha voluto condividere una sua interpretazione di alcuni passi della Bibbia.

Dopo questo intermezzo, la serata si è chiusa con una serie di altri brani eseguiti dall’orchestra e dal coro, che hanno salutato un pubblico decisamente contento dell’evento e che, nelle parole captate da molte delle persone che lasciavano la piazza a fine serata, tutti speravano fosse un momento di rinascita per la vita del quartiere, che troppo spesso in questi anni passati ha visto la totale assenza di qualsivoglia attività in grado di poter aggregare i cittadini e di far vivere loro il territorio.

La speranza emanata da tutti, cittadini da una parte ed amministrazione dall’altra, è che questa serata sia stata solo un primo passo, e che con la futura riapertura della struttura ormai chiusa da tempo, l’area possa ricominciare ad essere vissuta appieno dai cittadini del quartiere.


Commenti

  Commenti: 1


  1. Coro della First Baptist Church di Houston (Texas)!!!!???
    Quello che personalmente mi ha disturbato è stata la presentazione che non si focalizzava sul coro ma sulla First Baptist Church di Houston!!
    Mi è parsa più una campagna per raccogliere nuovi adepti che un’occasione per divulgare cultura e spensieratezza.
    I supporti mediatici erano di primissima qualità e non meno l’organizzazione.
    Ritengo di aver assistito al perfetto funzionamento di una macchina per fare adepti e tanti soldi!!
    Vi assicuro che in sostanza la sensazione non è stata piacevole!

Commenti