La sindaca e gli ultimi interventi del “nostro Servizio Giardini”

In un post gli interventi degli ultimi giorni. Nostro commento: si poteva e si può fare molto di più
Redazione - 16 Luglio 2020
Lungo post della Sindaca Raggi sul suo profilo facebook. Eccolo.
“Oggi – scrive la Sindaca – voglio parlarvi degli ultimi interventi del nostro Servizio Giardini nei parchi delle zone più periferiche della città. Importanti aree verdi dove trascorrono il tempo libero tante famiglie e cittadini.
Al Parco Palatucci, noto anche come Parco Tor Tre Teste, nella zona est della città, è stata effettuata un’importante bonifica della vegetazione nei pressi del laghetto. Sempre nel Municipio V, al Parco Taverna, due squadre sono state utilizzate per lo sfalcio dell’erba. Operazione analoga in via Gioia del Colle, nel quartiere Quarticciolo. A Villa De Sanctis, Parco Achille Grandi, Parco Franceschetti e Villa Gordiani invece, i nostri operatori hanno svolto una pulizia completa delle aree interne. A piazza Pascali, inoltre, sono stati rimossi i rami più sporgenti degli alberi.
Nel Municipio IV – siamo sempre nella periferia est – è stata tagliata l’erba in via di Grotta di Gregna e nel Parco Tiburtino, mentre nel Parco Federico Sacco è stato necessario abbattere un albero pericolante.
Nel Municipio IV, infine, è stata realizzata una vasta operazione di messa in sicurezza, pulizia e sfalcio a piazzale Loriedo, in vista dell’imminente riapertura dell’area. Operazioni di pulizia anche nel III Municipio a Parco dei Frutti, Parco Nobili, Parco Talli e Parco Talenti. Sfalci, infine, nello spartitraffco di via Ugo Ojetti e in piazza degli Euganei.
Ringrazio tutte le donne e gli uomini del Dipartimento Tutela Ambientale di Roma Capitale per questi interventi.”
Nostro commento: Bene. Molto bene.Tuttavia, si poteva e si può fare di più, molto di più e l’erba secca ed alta di molti parchi continua a rimanere tale e frequenti sono (e purtroppo saranno) gli incendi. Serve una manutenzione programmata, serve un Servizio Giardini meglio strutturato con personale adeguato come numero di addetti e con professionalità e con mezzi non obsoleti, all’altezza di un patrimonio di verde pubblico considerevole e tra i più estesi d’Italia. Serve in una parola una visione di ciò che deve essere, anche in questo campo, una Capitale d’Italia. (V. L.)

Commenti

  Commenti: 1

  1. Annarita Pellegrini


    .. QUANDO GLI INTERVENTI, INDICATI IN ELENCO COME ESEGUITI, NON SONO LAVORI BEN FATTI ..

    A Tor Tre Teste ci sono aree verdi con erba alta, ancora da tagliare; aree verdi con erba sfalciata, abbandonata, a mucchi, sul terreno; aree verdi coperte da uno spesso strato di aghi di pino; aree verdi coperte da foglie di eucalipto, che invadono anche la strada e ostruiscono le caditoie, come accade in via Davide Campari, nel tratto dal civico 100 al civico 160; aree verdi nelle quali gli alberi, cresciuti a dismisura, sono divenuti pericolosi, perché i loro rami si spezzano, per il loro peso o per l’azione del vento, come nella collina in via Davide Campari, nel tratto compreso tra il civico 100 e il civico 160 . . . Se il rischio incendi e il pericolo caduta rami non sono stat i eliminati . . . si può dire che i lavori nel comprensorio siano stati eseguiti, come si dovrebbe capire dal post su facebook ? Non servirebbe una corretta programmazione degli interventi, per evitare che questi possano risultare episodici, approssimativi, incompleti e antieconomici, al pari della piantumazione delle rose, messe a dimora, nella scorsa estate, nella piazza del Quarticciolo, che, per non essere state irrigate, non hanno attecchitto, rendendo inutile la spesa di 3.800 euro per acquistare le piantine da interrare ?

Commenti