L’ampliamento del Parco dell’Appia Antica – Il valore del paesaggio e la sua tutela. Quali progetti?

È il tema dell’incontro dibattito promosso da Italia Nostra Castelli Romani venerdì 10 maggio a Marino
G. V. - 6 Maggio 2019

“L’ampliamento del Parco dell’Appia Antica – Il valore del paesaggio e la sua tutela. Quali progetti?” è il tema dell’incontro dibattito in programma venerdì 10 maggio ore 18.30 a Marino nella Sala Consiliare di Palazzo Colonna. Si tratta di una iniziativa promossa da Italia Nostra Castelli Romani, col patrocinio del comune di Marino.

Il recente ampliamento del perimetro del Parco dell’Appia Antica costituisce un momento importante che spinge noi cittadini ad impegnarci affinché la tutela del paesaggio, riconosciuta dalla stessa Costituzione trovi ora concreta attuazione e rispetto. Quale valorizzazione e quali progetti concreti ci attendono?”.

A confrontarsi su questi temi nell’incontro dibattito che alle 18.30 prenderà il via nella Sala Consiliare di Palazzo Colonna del Comune di Marino (Largo di Palazzo Colonna 6) intervengono:

  • Andrea Trinca, assessore all’Urbanistica del Comune di Marino;
  • Salvatore Settis, archeologo e storico dell’arte, a lungo direttore della Scuola Normale Superiore di Pisa;
  • Alessandra Capuano, professoressa presso l’Università “La Sapienza” di Roma in “Progettazione Architettonica e Urbana”;
  • Alma Rossi, direttrice del Parco dell’Appia Antica.

Coordina ed introduce: Enrico Del Vescovo, presidente di Italia Nostra Castelli Romani.

 

Salvatore Settis ha pubblicato numerosissimi saggi tra cui: La tempesta interpretata. Giorgione, i committenti, il soggetto (1978 e 2005), La colonna Traiana (1988), Italia S.p.A. (2002), Futuro del «classico» (2004), Iconografia dell’arte italiana 1100-1500: una linea (2005), Artemidoro. Un papiro dal I secolo al XXI (2008) e Artisti e committenti fra Quattro e Cinquecento(2010). Ha diretto Memoria dell’antico nell’arte italiana (1984-86) e I Greci. Storia Cultura Arte Società (1996-2002). È stato Visiting Professor in università americane ed europee e nel 2001 ha tenuto le Mellon Lectures di storia dell’arte alla National Gallery di Washington. Dopo aver diretto il Getty Research Institute for the History of Art di Los Angeles (1994-99), è tornato a insegnare Storia dell’arte e dell’archeologia classica alla Scuola Normale Superiore di Pisa, di cui è stato a lungo (circa 10 anni ) direttore. Accademico dei Lincei, delle Accademie delle Scienze di Berlino, Monaco e Torino, dell’Accademia Reale del Belgio e dell’American Academy of Arts and Sciences, le sue opere sono state tradotte in undici lingue. Nel 2006 è stato nominato dalla Commissione Europea fra i membri fondatori del Consiglio Europeo delle Ricerche (ERC), dal 2008 è presidente del Consiglio Superiore dei Beni Culturali. Con Claudio Gallazzi e Bärbel Kramer ha curato la monumentale edizione del Papiro di Artemidoro (LED, 2008). Nel 2010 ha pubblicato per Einaudi Paesaggio Costituzione cemento, nel 2012Azione popolare, nel 2013 Costituzione incompiuta (con Alice Leone, Paolo Maddalena e Tomaso Montanari), nel 2014 Se Venezia muore, nel 2016 Costituzione! e nel 2017 Architettura e democrazia.

Per informazioni: Italia Nostra Castelli Romani, 3331135131.

 

G. V.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti