L’Arte nel Portico da 29 anni un grande evento di arti figurative, poesia e musica

Il positivo resoconto delle tre giornate culturali a Colli Aniene, Mercoledì 3 ottobre l'Assegnazione del 19° Premio “Virgilio Melandri
Redazione - 1 Ottobre 2018

Luigi Polito e l’assessore Marsicola

I portici di viale Franceschini e lo slargo di via Meuccio Ruini sono ridiventati lo scenario di incontri culturali e sociali di elevato spessore rinnovando una tradizione che si è consolidata nella XIX edizione de l’Arte del Portico, come sempre condotta magistralmente dalla passione per il suo quartiere di Luigi Polito della Sogester, e dal suo efficiente ed esperto staff.

Un encomio naturalmente ai numerosi pittori che hanno esposto le loro tele ed ai numerosi operatori culturali che si sono avvicendati nell’arco delle tre giornate: poeti, musicisti, cantori, operatori sociali delle numerose associazioni del quartiere.

La prima giornata il 27 settembre è stata all’insegna della solidarietà con il comune di Amatrice, con il quale Colli Aniene ha stretto un fattivo gemellaggio dopo il sisma e che si è manifestato non solo con la raccolta di fondi ma anche con il dono da parte dello scultore Alfiero Nena di una splendida e significativa scultura che campeggia nella piazza principale del comune terremotato.

Il momento topico è stato l’incontro con l’Assessore Agricoltura, Turismo e Sviluppo Economico di Amatrice Azelio Marsicola che ha ringraziato gli organizzatori de L’Arte nel Portico e Alfiero Nena che nonostante il suo precario stato di salute. A rappresentare il IV municipio è intervenuto l’assessore alla Cultura Stefano Rosati.

Nel corso degli interventi è stato evidenziato da parte di tutti il legame di affetto tra il quartiere e Amatrice che continua a mostrare tutta la sua forza con manifestazioni che tendono a tenere accesi i riflettori sulle zone terremotate e i suoi abitanti al fine di evitare l’abbandono di chi ha sofferto e continua a soffrire.

A questo riguardo Luigi Polito, Presidente dell’Associazione Il Foro, ha annunciato una nuova iniziativa per le prossime festività natalizie: un mercatino della solidarietà con prodotti provenienti esclusivamente dalle zone dell’alto Lazio colpite dal sisma. Per questo progetto ha invitato il Municipio a sostenere concretamente l’iniziativa.

Il 28 settembre si è svolta un intensa ed emozionante Maratona poetica in cui hanno letto loro testi editi ed inediti i poeti Gino Bellardini, Bruno Cimino, Valentina Ciurleo, Oreste Confalone, Aurora Fratini, Licia Gaglio, Maria Lenti, Bruno Lijoi, Vincenzo Luciani, Andrea Mariotti, Cristina Polli, Maurizio Rossi, Irene Sabetta.

Adotta Abitare A

Hanno impreziosito e reso più armonico e affascinante l’evento i canti eseguiti magistralmente da “I Cantori di Paula Gallardo Serrao” diretti dalla loro appassionata e multiforme Maestra che ha stretto con le sue coriste un legame molto stretto con il quartiere, nel quale vantano numerosi estimatori. Al termine tutti premiati da una ‘premiatrice’ d’eccezione, la giovanissima e sorridente Maria Elèna Serrao.

Sabato 29 settembre è stato presentato da Vincenzo Luciani e Maurizio Rossi il libro di Agnese Monaldi ‘‘Le mie radici’’ che contiene la sua biografia, accompagnata dalla sua opera poetica. In allegato al volume c’è anche un cd audio. La Monaldi è una improvvisatrice in ottava rima e rappresenta la continuità di questa tradizione simbolo della creatività e della capacità comunicativa popolare. Avendo coltivato da sempre interesse verso ogni forma poetica, da tantissimi anni si cimenta con successo nel canto estemporaneo che nell’ultimo secolo è stato esercitato solo da poeti uomini.

Agnese ha iniziato ad esibirsi in una escalation che l’ha portata ai più alti livelli fino a trovarsi a contrastare in rima con i migliori artisti italiani. Luciani ha svolto considerazioni sulla biobibliografia della Monaldi mentre il citico e poeta Rossi più nel merito della poetica dell’autrice.

Prima e durante l’iniziativa, Agnese Monaldi di Allumiere e Lorenzo Michelini della Maremma Toscana, recenti vincitori della sezione stornelli del Premio nei dialetti del Lazio “Vincenzo Scarpellino” 2018 si sono esibiti in canti della tradizione popolare e improvvisazioni in ottava rima, coinvolgendo il pubblico che è andato via via crescendo in attesa anche dell’esibizione degli allievi della Scuola di Musica “Anton Rubinstein”.

Gli allievi diretti da Sara Matteo, sono stati presentati da par suo dal presidente Luigi Matteo, instancabile operatore culturale e che da tantissimi anni, con grande passione si occupa dell’educazione musicale in particolare delle giovani generazioni. L’esibizione degli allievi ha riscosso l’approvazione del folto pubblico presente che non ha lesinato convinti e scroscianti applausi.

L’incontro si è concluso con le premiazioni dei musicisti e con un breve intervento di Luigi Polito che ha lamentato la scarsa considerazione delle istituzioni e le paralizzanti indecisioni e ritardi con cui vengono rese più difficili le iniziative culturali. Polito, ringraziando uno ad uno gli sponsor e i sostenitori dell’evento.

Ha dato infine l’appuntamento alla trentesima edizione de L’Arte nel Portico nel settembre del 2019.

Assegnazione del 19° Premio “Virgilio Melandri

Ricordiamo che Mercoledì 3 ottobre alle ore 18.00 presso la sede dell’Associazione “IL FORO” in via W. A. Mozart, 19 Assegnazione del 19° Premio “Virgilio Melandri.  Giuria: Giovanna De Cecco, Antonio Barcella, Luigi Filosa.

Tema del concorso: “Le origini di Colli Aniene”.

ore 19.00 Assegnazione dei premi agli artisti partecipanti: Belisari Carla, Bettinelli Pio, Capelli Paola, Carocci Elio, Ciampi Carmela, Console Eduardo, D’angelo Donato, Di Pietropaolo Tiziana, Gigante Roberta, Giovannetti Giovanni, Ludovici Nadia, Mariani Anna, Mancinelli Mauro, Mancuso Angelo, Marmini Valentina, Menenti Franco, Mirarchi Raffaele, Naimoli Rosario, Palermo Alberto, Palma Anna Maria, Pelonero Calogero, Safta Vasilica, Salvatori Alvaro, Sardella Nando, Sbaraglia Leonardo, Scarola Maria Rosa, Songini Franco, Sette Massimo, Staffolani Daniele, Tartaglia Leone, Tavernelli Guglielmina, Tinto Carla.

 

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti