L’Assessore Pulcini interviene sui parchi Caduti di Marcinelle e su parco Prampolini

Redazione - 4 Febbraio 2020

L’Assessore alle Politiche Ambientali del V Municipio Dario Pulcini in due note distinte ha fornito aggiornamenti sul parco Caduti di Marcinelle e sul parco Prampolini.

Sul primo, informa l’Assessore “sono in corso dei lavori di potatura sulle alberature presenti e subito dopo sarà effettuata la rimozione degli alberi e rami abbattuti. Gli interventi non terminano qui: si procederà poi allo sfalcio e pulizia”. L’Assessore ha ricordato polemicamente che, quando si insediò la Giunta “trovò una situazione di profondo degrado in molti parchi del Municipio e anche in questo. L’obiettivo, quindi, è stato quello di ripristinare fruibilità e dignità all’intera area verde. Per farlo è stato richiesto l’intervento e la disponibilità del Servizio Giardini. Sono interventi attesi dalla cittadinanza da oltre 20 anni. Per due decenni nessuno si era mai occupato delle alberature qui presenti. “Vogliamo dare veramente dignità alle aree verdi del territorio e tutelare la loro funzione ecologica. Verranno quindi piantumati nuovi alberi endemici proprio per garantire la loro funzione eco sistemica”.

Pulcini, nel corso di una diretta odierna su Facebook dal Parco Prampolini, al Collatino. ha voluto mostrare in video, le reali condizioni dell’area verde: “Come potete vedere  – ha affermato -quello che viene scritto non è corrispondente alla realtà. L’art. 658 del codice penale parla di procurato allarme che dice che, chiunque annunziando disastri, infortuni o pericoli inesistenti, suscita l’allarme presso l’Autorità, o presso enti e persone che esercitano un pubblico servizio, è punito con l’arresto o a pagare un’ammenda. Quando viene dichiarato quindi uno stato di degrado laddove esso non è presente si rischia di commettere un reato penale oltre a diffondere disinformazione. I giornalisti e i direttori delle testate, prima di diffondere notizie non vere, devono controllare le fonti e verificare di persona quanto affermato”.

Dar Ciriola asporto

Pulcini ha quindi dichiarato stupore e ha smentito quello che veniva dichiarato, parlando di mera propaganda politica e non di critica costruttiva. Il tutto mostrando in un video lo stato di pulizia e decoro dell’area dove ambiente e archeologia si incontrano.

Pulcini ha invitato a frequentare il parco per apprezzare le sue aree ludiche e ha ricordato che è anche un parco relativamente nuovo: “Abbiamo acquisito questa area che, prima di noi, non era pubblica e quindi non fruibile alla cittadinanza. Per ottenere questo risultato abbiamo intrapreso un lavoro congiunto e impegnativo con la Giunta, le varie Commissioni e il Dipartimento Patrimonio. Siamo orgogliosi quindi di questa area verde e del lavoro che abbiamo fatto per mantenerla in sicurezza e garantire decoro e bellezza. Ricordo che l’area è dotata di panchine e giochi funzionanti e che quindi è un parco aperto e adatto a tutti i cittadini di ogni età”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti