Lavori pubblici ad Acilia

Partito il ripristino della segnaletica stradale e a breve partiranno i lavori per il raddoppio di via di Acilia
di Laura Neamtu - 21 Dicembre 2011

Buone nuove per i residenti del quartiere Acilia, del XIII municipio. Si è sbloccato l’iter che porterà al raddoppio di via di Acilia e pochi giorni fa sono partiti anche gli interventi di segnaletica stradale sulle strade di Acilia, predisposti dall’Assessorato ai Lavori Pubblici del XIII Municipio. I lavori di segnaletica stradale riguarderanno le principali strade del quartiere, dove sarà ripristinata la segnaletica orizzontale, ove cancellata e sostituita, dove necessario, quella verticale.

Per quanto riguarda l’ampliamento di via di Acilia, il cantiere partirà entro un mese, come annunciato dall’assessore ai lavori pubblici del Comune di Roma Fabrizio Ghera nella mattina del 22 novembre, durante il sopralluogo nel cantieri di manutenzione di via Giorgia di Leontini a Casalpalocco. La decisione non soddisfa però i comitati locali, come l’Associazione Axa-Malfede Villa Fralana, che punta sull’inutilità del raddoppio di via di Acilia in mancanza di certezze sui tempi di realizzazione del sottopasso tra via di Acilia e la Cristoforo Colombo e che teme l’apertura di via di Panerai verso via di Casina (che durante i lavori di raddoppio di via di Acilia, verrebbe invasa da un volume di traffico notevole).

Da parte delle amministrazioni municipali si esprime soddisfazione per i risultati raggiunti. "La convenzione con i costruttori è stata firmata, sono quindi garantite quelle opere pubbliche finora negate ai cittadini dell’entroterra come i lavori su via di Acilia e il sottopasso sulla Colombo. – ha spiegato Ghera – I costruttori hanno dovuto versare le fideiussioni a garanzia di tali opere. Totale 13 milioni di euro”.

Anche Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio, esprime soddisfazione per “un’opera che porterà inevitabilmente ad un miglioramento della viabilità locale. Inoltre è stato anche avviato l’iter procedurale per l’approvazione del progetto esecutivo del sottopasso di Acilia, per il quale occorrerà effettuare, una volta per tutte, l’elaborazione del definitivo progetto, che fino ad ora è risultato essere inesistente.”

Non è della medesima opinione l’Associazione Axa-Malafede Villa Fralana, secondo la quale i problemi di viabilità della zona sono dovuti all’inadeguatezza di via C.Colombo e di via Ostiense, rispetto al volume di traffico che devono sopportare quotiniamente e all’inadeguatezza del trasporto pubblico. L’associazione ritiene “dannosa anche l’apertura di via Panerai verso via Casina, che non guarda all’interesse comune, ma piuttosto la tutela di interessi particolari e non solo di speculazione edilizia visti i nuovi complessi residenziali in costruzione (Casali della Colombo, completamento delle Terrazze del Presidente, ecc.) e quelli di prossima realizzazione. Ricordiamo anche che in questa area – continua l’associazione- è previsto un piano di Social Housing con un incremento di 1100 nuovi abitanti. Ci auguriamo almeno che venga improntato per tempo un piano di traffico alternativo per far fronte ai disagi che sicuramente si verificheranno".
 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti