L’insostenibile situazione dei lavori stradali tra metro Garbatella e Circonvallazione Ostiense

Una serie di cantieri avviati dal 15 settembre stanno creando non pochi disagi alla popolazione locale
di Mauro Carbonaro - 7 Ottobre 2008

1- Circonvallazione Ostiense. 2- Parcheggio Metro Garbatella. 3- Piazza Albini. 4- Via Benzoni.

Lavori in corso. Questa è la situazione di cui è protagonista la Garbatella, nello specifico la metro Garbatella e la Circonvallazione Ostiense. Dallo scorso 15 settembre sono stati avviati una serie infinita di cantieri stradali, che hanno creato non pochi disagi alla popolazione locale. Nel dettaglio ecco gli interventi in corso: 
– Parcheggio della metropolitana Garbatella sito in via Pullino 
– Rifacimento marciapiedi nello spazio tra via Benzoni e Circonvallazione Ostiense 
– Rifacimento del manto stradale per tutta la zona della Circonvallazione Ostiense che va dall’incrocio di via Magnaghi fino all’angolo di via Candeo 
– Aggiustamento manto stradale di piazza Albini 
– Eliminazione corsia preferenziale di via Pullino

Scelte quanto meno discutibili quelle di far partire questa lunga serie di cantieri in settembre, soprattutto vista la ripresa a ritmi serrati di attività lavorative e scolastiche, che vedono come nodo cruciale la fermata Garbatella della metropolitana con un movimento giornaliero di decine di migliaia di persone.

Fresco Market
Fresco Market

Questi disagi tendono così a tramutarsi in lunghe code di automobili nelle ore più “calde” della giornata, in quello che è uno dei municipi più popolosi della capitale.
Il Consiglio Municipale dell’XI dovrebbe quindi chiarire i motivi di queste partenze “esasperate” di cantieri nei primi mesi dell’autunno, non sfruttando invece i mesi estivi, da sempre favorevoli ai lavori stradali, vista la minore affluenza di popolazione nella città.

Seguiremo comunque con particolare attenzione l’evolversi della situazione nelle prossime settimane, cercando così di capire i tempi reali dei cantieri appena partiti.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti