L’Istituto Tecnico Pacinotti–Archimede di Roma colleziona successi

Nel Concorso Nazionale M9 Contest Urban Landscape e nella Robocup Junior Europa
Redazione - 12 Giugno 2019

L’anno scolastico si chiude con un doppio successo, nazionale e internazionale, per gli studenti del primo e del quinto anno dell’Istituto tecnico dell’Istituto d’Istruzione Superiore Pacinotti-Archimede di Roma (zona Nuovo Salario/Serpentara):

– La classe 1ª sez. B dell’Istituto tecnico di Informatica e Telecomunicazioni (Corso sperimentale di programmazione e progettazione di videogiochi e animazione) è stata premiata come prima classificata, unica scuola laziale su 188 scuole partecipanti, al concorso nazionale “M9 Contest Urban Landscape”, indetto da Microsoft Italia e Polymnia Venezia con il supporto organizzativo di Maker Camp srls. Il concorso prevedeva la realizzazione, attraverso il videogioco “Minecraft Education Edition”, di una città a misura di bambino/ragazzo: una smart city progettata sulla base degli Obiettivi di sviluppo sostenibili inseriti nell’Agenda Europa 2030.

Domenica 9 giugno 2019, durante la cerimonia di premiazione (la cui diretta facebook è visibile sulla pagina di M-Children) presso l’Auditorium del Museo M9 di Mestre, il primo premio tra le scuole secondarie di II grado è stato assegnato all’Istituto PacinottiArchimede da una giuria internazionale d’eccezione composta da: Paolo Masini (Learning Projects Consultant, Direttore Edu Fondazione Lucca), Andrea Benassi (Indire), Luca Battistella (Consigliere Delegato Smart City e Innovazione Comune di Venezia), Mirella Minto (Direzione, Formazione e Istruzione Regione del Veneto), Amerigo Restucci (Consigliere con delega alla Cultura Fondazione di Venezia) e Sauerbruch Hutton (studio di architettura di Berlino che ha progettato il Museo M9). Hanno collaborato anche Renzo Turatto dell’OCSE, Roshan Borsato della Università Ca’ Foscari di Venezia e Giuseppe della Pietra di Microsoft.

– Il successo internazionale è stato invece ottenuto da quattro studenti del quinto anno dell’Istituto Tecnico di Elettronica del Pacinotti-Archimede, Valerio Ribaldi, Simone Albero, Christian Petrucci, Francesco Spena più il coach (ex studente) Emanuele Giacomini, che hanno conquistato il secondo posto, come unico team italiano iscritto (denominato “Achernar”), alla “RoboCup Junior Austria”, competizione per giovani appassionati di robotica, che si è tenuta a fine aprile all’Università di Innsbruck, in Austria. Grazie ai loro robot-calciatori, la squadra del Pacinotti-Archimede ha vinto tutte le partite, ad eccezione di una, contro dieci squadre provenienti da diverse nazioni, nella categoria Soccer Open League.

Nei giorni 21, 22 e 23 giugno, subito dopo le prove scritte degli Esami di Stato (l’esame di maturità), i ragazzi del Pacinotti-Archimede parteciperanno anche alla “RoboCup Junior Euro 2019” in Germania, ad Hannover, e poi rientreranno a Roma per sostenere gli orali degli Esami di Stato.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti