Marisa bomboniere e regali con stile ed eleganza a Colli Aniene

Dal 1978 in viale Ettore Franceschini 115/117
Vincenzo Luciani - 3 Luglio 2021

Presente da oltre quarant’anni a Colli Aniene, il negozio in viale Ettore Franceschini 115/117 di Marisa Desiderati ha consolidato nel tempo l’apprezzamento della clientela grazie alla continua ricerca nel mercato della bomboniera, del regalo e dei complementi di arredo, di oggetti esclusivi ed originali da proporre ai clienti. Prima del nostro incontro insieme con Marisa Desiderati e Nazzareno Borioni, avvenuto fuori del normale orario di lavoro, ci eravamo documentati sul bel sito internet www.marisabomboniere.weebly.com e sul profilo FB “desiderati bomboniere regali”.

Nella nostra intervista nel suo negozio abbiamo potuto immergerci in una magnifica atmosfera perfettamente in sintonia con quell’eleganza e classe che viene decantata nella home page del sito suddetto nel quale si promette e si illustra il meglio per quanto riguarda il tema di bomboniere, regali ed oggettistica, con stile, eleganza e novità. Ed ecco l’intervista.

 

È possibile raccontarci in sintesi la storia del vostro negozio?

Nel 1977 ci siamo sposati e, siccome mia madre abitava qui a Colli Aniene, mi segnalò che c’erano dei negozi disponibili e, con l’aiuto dei genitori, abbiamo avviato nel 1978 la nostra attività. Iinizialmente come “Cartoidea”, poi anche come giocattoli e bomboniere; infine ci siamo concentrati su bomboniere e articoli da regalo.

Quali i motivi del vostro successo?

Abbiamo saputo coniugare bene i nostri interessi con le esigenze dei clienti, sia con le persone con gusti tradizionali, sia con quelle che preferivano linee più innovative. La varietà e la qualità degli oggetti, la cura del cliente, l’attenzione nel dettaglio fanno di noi un sicuro punto di riferimento del settore per la riuscita di qualunque avvenimento.

Dar Ciriola

Poiché la vasta la gamma dei prodotti che proponiamo non ci permette di averne la disponibilità effettiva e immediata nel negozio, abbiamo reso disponibili, tramite il nostro sito, alcuni cataloghi e siti social delle nostre aziende di fiducia in modo che i potenziali clienti si possano fare una più completa idea di quello che è possibile avere e di ciò che in effetti desiderano. Noi naturalmente li consigliamo per il meglio direttamente, qui in negozio, ma anche tramite facebook.

Si usano ancora molto le bomboniere e qual è il loro uso odierno?

Sì, si usano, eccome! E il nostro è il negozio ideale in questo campo. Innanzitutto e soprattutto la bomboniera resta il regalo della tradizione che gli sposi offrono ai propri invitati per celebrare il proprio matrimonio. Noi abbiamo bomboniere di vari materiali, accompagnate dai confetti, e da noi è possibile trovare tantissimi oggetti delle migliori marche tra i quali poter scegliere il ricordo perfetto da donare agli amici e parenti. Ma poi ci sono anche le bomboniere per battesimo, cresima e comunione, laurea e anche per festeggiare un proprio anniversario ritenuto importante e da condividere con le persone più care.

Come ricordate il quartiere al momento della fondazione della ditta?

Era nato da poco Colli Aniene ed era in forte crescita. Poi il quartiere si è formato ed è per molti aspetti un bel quartiere. Oggi i clienti che da bambini venivano a comprare i quaderni e le penne, adesso tornano per acquistare bomboniere e articoli da regalo per i loro figli.

E i comportamenti dei clienti come si sono evoluti?

Il nostro negozio può testimoniare bene, attraverso l’arte del regalo quanti e quali cambiamenti sono intervenuti nel nostro Paese e nel nostro quartiere. Un tempo si badava molto all’essenziale e i gusti erano più semplici e ordinari. Oggi i desideri e le risposte si sono più che moltiplicate. E noi con passione e con amore ci sforziamo di rispondere a questi desideri, cercando di immedesimarci nel nostro cliente individuando l’oggetto del suo desiderio. Allo stesso tempo essendo un negozio di quartiere, felice di questa appartenenza, i nostri clienti sono più o meno sempre gli stessi, con qualche annetto in più, ma accompagnati dalle nuove generazioni. Noi sentiamo di appartenere a questa comunità. E spesso il rapporto fiduciario con i clienti si è trasformato in schietta amicizia.

Come vedete la situazione attuale?

Per fortuna sembra che stiamo uscendo dall’emergenza sanitaria. La salute dell’azienda è legata al benessere sia sociale che economico della popolazione, per cui ci auguriamo che torni al più presto il benessere per tutti.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti