Mercatino e spettacolo di solidarietà per una casa-famiglia

Dell'associazione So.Spe. di Suor Paola per i bambini disabili
Riceviamo e pubblichiamo - 29 Novembre 2007

Dall’oggettistica all’abbigliamento, dalla biancheria all’arredamento, fino ai biglietti d’auguri: tutto realizzato a mano dal "Circolo della Condivisione" per la vendita idi beneficenza che si terrà dal 1° al 9 dicembre 2007 nel salone parrocchiale in via Poggio Martino , nel XX Municipio (tel. 06.3293801).

Il ricavato sarà devoluto in beneficenza per contribuire alla costruzione di una nuova casa di accoglienza per bambini diversamente abili della So.Spe., l’associazione di volontariato di Suor Paola, la religiosa tifosa della Lazio.  Alla mostra mercato partecipano anche i ragazzi dell’Azione Cattolica con i loro lavoretti natalizi.
Il mercatino è aperto tutta la settimana, la mattina e il pomeriggio nei giorni festivi, solo il pomeriggio nei feriali.

I visitatori della manifestazione potranno inoltre acquistare i biglietti per  “Pioggia di stelle sulla So.Spe”, spettacolo benefico in programma il 10 dicembre alle 21:00 al Gran Teatro di viale Tor di Quinto.
Oltre ad artisti quali gli Articolo 31 e Anna Falchi, il presentatore Carlo Conti introdurrà calciatori delle squadre di calcio della Roma e della Lazio, da sempre uniti nel sostenere l’associazione. Alcuni hanno costruito materialmente, carriola in mano, la prima casa di accoglienza, altri assistono e giocano con i bambini ospitati.

La nuova casa-famiglia sorgerà nel quartiere Bravetta, in via De Iacovacci 21, su un terreno limitrofo a quello dell’attuale struttura concessa dal Comune di Roma.
In questa struttura la So.Spe. assiste ragazze madri, adolescenti, bambini, ex detenuti e bisognosi, offrendo loro primo soccorso medico, ricovero, temporaneo. Li aiuta a superare i conflitti interiori e le difficoltà di rapporto sociale, offrendo loro condizioni ambientali idonee a favorirne la rieducazione e il progressivo reinserimento nella società.

“Tanti bambini che bussano alla porta della casa So.Spe. – spiega Suor Paola –   vi giungono senza sorriso, con lo sguardo assente e lontano. Molte volte segnati dalla violenza e dalle percosse. Solo donando loro accoglienza, amore, pazienza, serenità riusciamo a convincerli che ogni diversità si può superare con l’amore”. “Risuona dentro ogni operatore che accoglie i bambini – conclude Suor Paola – quel messaggio forte: non abbiate paura, voi siete il dono più bello per la So.Spe., per me, per ogni volontario”.

I bambini e le ragazze madri ospiti della struttura aspettano volontari di ogni età che condividano con loro il proprio tempo. Per i giovani operatori volontari sono previsti convegni e incontri di formazione. L’associazione è impegnata anche nella prevenzione e nell’informazione delle famiglie.
E’ possibile sostenere il progetto della nuova casa di accoglienza per bambini diversamente abili con un’offerta sul conto corrente postale 99241002.

Per maggiori informazioni: tel. 06.66161044 oppure www.sospe.it

Emanuela Micucci


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti