Michelangelo architetto a Roma

Ai Musei capitolini dal 6 ottobre 2009 al 7 febbraio 2010
di Rossella Puleo - 5 Ottobre 2009

Avvicinarsi all’opera architettonica del grande Michelangelo Buonarroti nella città che ha affidato gran parte della sua ricostruzione al maestro del Rinascimento, è il presupposto della mostra-evento sulla carriera architettonica di Michelangelo a Roma, inaugurata il 5 ottobre mattina in Campidoglio.

Oltre alla più che nota costruzione della Basilica di San Pietro, Michelangelo lavora a Roma nella prima metà del XVI secolo alla realizzazione di quelli che oggi sono alcuni dei monumenti più noti e apprezzati al mondo e dei luoghi più visitati dai turisti e dai cittadini romani: piazza del Campidoglio, Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Porta Pia, Palazzo Farnese, Cappella Sforza.
Un’artista a tutto tondo Michelangelo (pittore, scultore, architetto e poeta) che firma una parte dominante dell’architettura della capitale.

Questa mostra-evento, resa possibile grazie alla conservazione di numerosi documenti presso la Fondazione Casa Buonarroti di Firenze, vuol manifestare il percorso artistico del Michelangelo architetto nella città eterna. L’esposizione presenta i disegni relativi ai progetti romani del Maestro tracciandone un profilo esauriente in relazione alle molteplici e prestigiose committenze locali, dagli anni della giovinezza, caratterizzati dalla passione per l’arte classica, alle straordinarie invenzioni della vecchiaia.

I disegni autografi provenienti dalla Collezione della Casa Buonarroti, custode del maggior numero al mondo di studi e progetti di architettura realizzati da Michelangelo, saranno la testimonianza di una amore e di passione vera verso questa città, pari soltanto all’amore e alla passione nutrita nei confronti della sua Firenze.

Cuore della mostra è proprio lo straordinario nucleo di oltre trenta disegni autografi di Michelangelo relativi a opere romane il cui apporto comprende anche pregevoli stampe e due ritratti dell’artista. Ai disegni autografi del Maestro si alterneranno in mostra, come un prezioso compendio di meravigliose appendici, antiche stampe, disegni, modelli, volumi e documenti originali dell’epoca concessi in prestito da importanti collezioni italiane.

Per il pubblico, oltre alla visita alla mostra, è in programma nei week end e nelle festività natalizie un calendario di visite ai luoghi michelangioleschi tra cui Piazza Farnese e Porta Pia. Realizzata grazie alla collaborazione tra l’associazione Metamorfosi e l’associazione Casa Buonarroti, col Patrocinio del Comune di Roma e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Info: Musei Capitolini
Orario: Martedì-domenica 9.00-20.00; 24 e 31 dicembre 9.00-14.00 (la biglietteria chiude un’ora prima)
Giorni chiusura: Lunedì, 25 dicembre, 1 gennaio


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti