Minacce sui bus: Non dovete passà più di qua se no vi ammazziamo

E' successo a Tor Bella Monaca e lo denunciano gli autisti dell'Atac
Enzo Luciani - 17 Ottobre 2009

Riprendiamo questi passi da un articolo di Elena Panarella apparso su Il Messaggero del 17 ottobre:
«Non dovete passà più di qua se no vi ammazziamo», ecco perché gli autisti ora hanno paura, perché loro nelle strade di Tor Bella Monaca devono passare con il loro autobus per forza, ogni giorno, mattina, pomeriggio e sera. Sono gli autisti che con i loro mezzi partono dal capolinea degli autobus di Grotte Celoni, tra questi c’è anche la linea 057, ed è proprio contro uno di loro, che se la sono presa alcuni bulli del quartiere: era stato un conducente di questa linea a dire a un ragazzino, felpa e il cappellino sugli occhi, di abbassare l’Ipod, perché la musica era talmente alta che gli altri passeggeri non ne potevano più. E così poco dopo un gruppetto di bulli ha iniziato a fermare tutti gli autobus che attraversavano il quartiere e a dire: «Basta non ci dovete più venire da queste parti se no fate una brutta fine». Non solo minacce. Ieri, all’ora di pranzo, sempre un gruppo di ragazzi ha iniziato a lanciare pietre dal finestrino di un autobus, contro le macchine.

«Non si può rischiare la vita mentre si fa il proprio lavoro», hanno detto sfogandosi alcuni conducenti. «Non è la prima volta che succedono cose di questo genere – hanno aggiunto – Alcune volte sono i bulletti del quartiere, altre i tossici, altre ancora sbandati, insomma per un verso o un altro ci rimettiamo sempre noi». Da ieri intanto le pattuglie dei vigili urbani dell’VIII Gruppo, dirette dal comandante Antonio Di Maggio, controllano a vista il capolinea, dalla mattina alla sera.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti