Municipio VI: nuovi giovanissimi campioni del Karate Juniores 2020

Alla Sports Connection Club con il Team Torre
Daniela Cocciolo - 29 Febbraio 2020

Roma, 22 febbraio 2020 – Pur con qualche preoccupazione in più dovuta all’allerta sanitaria che ha coinvolto gran parte dell’Italia e che ora sta facendo rielaborare, secondo le direttive CONI, tutti i calendari sportivi federali già in essere, si sono brillantemente concluse al PalaFijlkam del Centro Olimpico di Ostia (RM), le giornate di gara del 35° CAMPIONATO ITALIANO FIJLKAM JUNIORES di KARATE, specialità KUMITE (combattimento controllato).

Oltre 550 giovani karateka (ragazzi e ragazze di età media compresa tra i 15 ed i 17 anni, nati dal 2003 al 2005), in rappresentanza di 248 Società Sportive, provenienti da ogni regione italiana si sono sfidati con la consueta energia che questa importante competizione prevede, sui tatami nazionali più importanti, per decretare i nuovi Campioni Italiani 2020, per ogni categoria di peso prevista.

Prima di accedere alla fase finale nazionale, i ragazzi della Squadra Agonisti Karate dell’A.S.D. “Sports Connection Club”, società Federale Fijlkam riconosciuta dal CONI dal 1974, hanno prima riconfermato un bel traguardo a livello regionale, scendendo in campo in una non facile fase di qualificazione per il Lazio, per l’alto numero di partecipanti e praticanti del karate nella nostra regione.

Durante questa gara dello scorso 1 febbraio a Velletri, sui 150 atleti iscritti, ben 6 atleti di questa stessa Società, Lorenzo Torre, Simone Orlandi, Davide Bonfanti, Saly Bianchi e Giada Lattanzi, oltre al già qualificato di diritto per il podio nazionale del 2019, Mario Agus, si sono qualificati per la fase nazionale del Campionato Italiano con vari titoli (1 oro, 3 bronzi ed un 7° posto), permettendo con tali risultati di classificarsi sempre a livello regionale, anche come Società Sportiva al 2°posto per il 2020 nel settore maschile, sulle 47 Società partecipanti. Una conferma questa di un risultato societario nettamente superiore e rilevante, rispetto alle società con un numero d’iscritti molto più numeroso.

In vista dell’importante appuntamento della Finale Nazionale di Campionato Juniores ad Ostia, tutta la Squadra Agonisti Karate Sports Connection Club, aveva già da tempo intensificato il lavoro di preparazione fisico-tecnica degli atleti, nell’affollato Dojo di Arti Marziali nella borgata romana di Borghesiana – Finocchio, dato che la classe Juniores è notoriamente l’anticamera della classe Seniores, quindi una classe di giovanissimi atleti da osservare ed “attenzionare”, perché poi diventeranno in un breve periodo i prossimi atleti adulti, potenziali convocati nella Nazionale di Karate, che per la prima volta in assoluto quest’anno, con il debutto del Karate alle Olimpiadi di Tokyo 2020, avrà la possibilità di far gareggiare degli atleti italiani d’altissimo livello mondiale, proprio al titolo olimpico, sogno e chimera di ogni atleta.

E chi meglio del Maestro e guida di questa squadra, il M° Andrea Torre, può parlare di quale sia l’importanza della preparazione tecnico-agonistica dei giovanissimi in uno sport e disciplina come il Karate, essendo lui in prima persona, oltre che un educatore appassionato ed un tecnico federale qualificato, anche allenatore della Nazionale Italiana giovanile (under 18) per la specialità Kumite dal febbraio 2017.

Per la Finale Nazionale Kumite Maschile del 22 febbraio 2020, per il “Red Team Sports Connection” sono scesi in campo Mario Agus, Saly Bianchi e Davide Bonfanti, nella categoria di peso – 55 kg., Simone Orlandi nella – 68 kg. e Lorenzo Torre nella – 83 kg. .

È stata, come prevedibile per tutte le competizioni più difficili ed importanti, una bella gara, con categorie centrali molto numerose ed estremamente competitive. Mario Agus e Lorenzo Torre affrontano 5 incontri per uno, al termine dei quali arrivano alle finalissime, conquistando delle ottime medaglie d’argento, mentre Simone Orlandi, in una corposa categoria di oltre 80 ragazzi, dopo 6 incontri disputati, arriva a conquistare una preziosa medaglia di bronzo.

Bravi, ma purtroppo meno fortunati, gli altri qualificati a questa finale, Saly Bianchi e Davide Bonfanti, che sono ugualmente scesi in gara fino al primo turno, seppur in condizioni fisiche non ottimali. Stessa vicenda per il debutto nel femminile, il giorno successivo, di Giada Lattanzi che ha potuto vivere la sua prima grande esperienza sui tatami nazionali.

In virtù dei risultati conseguiti dai singoli atleti, 2 medaglie d’argento ed 1 bronzo nazionale, l’ASD “Sports Connection Club” totalizza nel Campionato Italiano di Karate Kumite Maschile 2020, una terza posizione con 24 punti in classifica, al pari dell’ASD “Team Karate Ladispoli”. Sopra le due società laziali, con 31 punti, troveremo solo la storica società campana dello “Shirai Club S. Valentino Torio”.

Non è raro che bei risultati come questi, sia a livello regionale che nazionale ed anche internazionale,  vengano poi ottenuti da società sportive non professionistiche e non blasonate, né gruppi sportivi militari o di polizia, ma piuttosto da piccole e solide realtà sportive, magari con una storia di passione sportiva “olimpica” ultra quarantennale, molto ben radicate sul territorio della periferia di una grande città, che con la loro presenza e continuità offrono un punto saldo per tante famiglie che, senza troppi mezzi economici, vogliono offrire ai loro figli l’opportunità di praticare uno sport sano ed adatto anche ai bambini molto piccoli.

Quindi non resta che fare i nostri migliori complimenti ai giovani “guerrieri in rosso”, Mario Agus, Lorenzo Torre e Simone Orlandi augurandogli di continuare a tenere alta la guardia e lavorare intensamente per i prossimi appuntamenti negli Open Internazionali e Seminari Tecnici per il Settore Nazionale Giovanile.

 

Daniela Cocciolo


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti