Oltre 4.500 ciclisti al Gran Fondo Campagnolo

Ridimensionata nel percorso la manifestazione ciclistica di domenica 13 ottobre nella Capitale
Aldo Zaino - 15 Ottobre 2019

Domenica 13 ottobre a Roma si è svolto il Gran Fondo Campagnolo, con al via oltre 4.500 ciclisti.

La manifestazione ciclistica è stata ridimensionata nel percorso per dissesto stradale nei paesi dei Castelli Romani, e dai 120 km previsti la distanza è stata ridotta a 65 km.

Peccato che l’ottava edizione di questa importante avvenimento sportivo sia stata un po’ stravolta rispetto agli anni precedenti, partenza sempre da via dei Fori Imperiali, ma non più con il Colosseo alle spalle, invece i ciclisti appena partiti si sono diretti verso l’emblema dell’antica Roma. Variato anche il percorso nelle strade della Capitale, scomparso in parte, anche la visuale dei Castelli Romani.

La notizia divulgata dagli organizzatori per questa variazione: Per una serie di criticità non risolvibili emerse nelle ultime ore legate al diniego di attraversare un comune oggetto del percorso di gara, comunicateci solo all’ultimo momento, ci troviamo costretti, a malincuore, a rivedere il percorso della Granfondo, che si svolgerà su una distanza ridotta di 65 km. A nulla sono valsi, purtroppo, i tentativi fatti per trovare in tutti i modi, un’alternativa valida, poiché le soluzioni proposteci, non garantivano gli standard di sicurezza, per noi fondamentali per lo svolgimento della manifestazione. Il tardivo invio di questa comunicazione è dovuto al fatto che abbiamo lavorato fino all’ultimo per evitare tutto questo.

E ancora: “Possiamo ben immaginare quanta delusione la cosa possa causare in ciascuno di voi, per questo riconosceremo a tutti gli iscritti alla Granfondo il rimborso della differenza fra la quota del percorso lungo e quella del percorso ridotto. Noi e le centinaia di volontari saremo comunque domenica ai Fori Imperiali, lungo il percorso e poi al Circo Massimo: aiutateci a dimostrare al territorio che Granfondo Campagnolo Roma è una risorsa preziosa, un momento di festa del ciclismo e soprattutto che pedalare a Roma si può”.

Nonostante tutto ciò migliaia di ciclisti grazie anche alla mattinata mite,  sono arrivati in via dei Fori Imperiali a notte fonda,  pieni di entusiasmo, ognuno è entrato nella  gabbia di appartenenza secondo il numero del pettorale, in prima fila assieme a tanti campioni del ciclismo anche Mario Cipollini.

Il lungo serpentone di ciclisti si è mosso alle ore 7.15, ognuno con aria felice è passato  davanti ai fotografi quasi per dire io c’ero a questa edizione.

Rimasto invariati invece il precorso della Roma2Bicke di km 25 con partenza nell’area del Circo Massimo – Caracalla   dedicata ai bambini e ragazzi d’ètà compresa tra i 4 e i 16 anni


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti