Ordinanza Sindaco per misure precauzionali a Centocelle

Prescrizioni e raccomandazioni in base ad aggiornamenti e controlli di Arpa Lazio e Asl RM2 
Comunicato stampa - 12 Luglio 2022

Il sindaco Roberto Gualtieri ha firmato ieri 11 luglio 2022 un’ordinanza che contiene alcune misure precauzionali nelle aree collegate all’incendio divampato sabato 9 luglio presso l’area Centocelle – viale Palmiro Togliatti. Il provvedimento fa seguito agli ultimi aggiornamenti di Arpa Lazio sul monitoraggio della qualità dell’aria e recepisce le indicazioni dell’ASL Roma 2.

In particolare, l’ordinanza prescrive: il lavaggio delle strade e dei percorsi pedonali interni alle aree private, delle aree di pertinenza dei centri estivi – e comunque delle aree dedicate all’accoglienza dei minori -; delle aree esterne di scuole, asili nido, strutture sanitarie e strutture socio – assistenziali residenziali e di strutture ricettive diversamente denominate. Il provvedimento raccomanda inoltre la pulizia dei filtri esterni di impianti di ricambio o trattamento dell’aria e la rimozione ad umido di eventuali tracce di fuliggine dai balconi o dalle pertinenze esterne delle abitazioni private, proteggendo le vie respiratorie e la cute durante queste pulizie. Dispone infine che AMA provveda al lavaggio delle strade pubbliche, delle carreggiate e dei marciapiedi delle vie indicate nell’elenco allegato all’ordinanza.

Consulta l’elenco di strade che definisce il perimetro di applicazione delle raccomandazioni contenute nell’ordinanza.

 

INCENDI: ROMA, ARPA LAZIO: SITUAZIONE IN NETTO MIGLIORAMENTO, VALORI DIOSSINE IN LINEA CON QUELLI MISURATI IN CITTA’

DIMINUITI RISPETTO AGLI ULTIMI DUE GIORNI

In relazione all’incendio che si è verificato il 9 luglio nel quartiere Centocelle di Roma, l’ARPA Lazio ha tempestivamente avviato le attività di monitoraggio della qualità dell’aria, analizzando i dati delle stazioni fisse della rete di monitoraggio della qualità dell’aria. La stazione della rete fissa di monitoraggio più vicina all’impianto è quella denominata “Cinecittà” che si trova a circa 600 metri a sud dall’area interessata dall’incendio.

Le concentrazioni di PM10 del 9 e del 10 luglio sono state rispettivamente pari a 26 µg/m3 e 29 µg/m3, valori che, pur essendo inferiori al limite giornaliero del PM10 (50 µg/m3), sono stati i più alti registrati nel Comune di Roma. Il dato di PM10 dell’11 luglio (17 µg/m3) è in linea con quelli misurati in città.

Inoltre la centralina di Preneste, che si trova a circa 3km a nord-ovest dell’incendio, il 9 e 10 luglio ha misurato valori di PM10 rispettivamente di 7 µg/m3 e 12 µg/m3, in linea con quelli misurati nell’area urbana, e non è stata, quindi, interessata in modo significativo dalle polveri generate dall’evento.

“I dati rilevati sono stati comunicati alla Asl di riferimento. Come previsto la situazione è in netto miglioramento: i valori, dopo l’incendio che ha colpito la zona di Centocelle, stanno tornando alla normalità”, spiega  Marco Lupo direttore generale Arpa Lazio.

Ecce Vinum

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti