Ovazione al Quirino per “Il berretto a sonagli”

L’11 dicembre alla prima diretta da Sebastiano Lo Monaco
Bruno Cimino e Bruna Fiorentino - 12 Dicembre 2018

Al Teatro Quirino dall’11 al 23 dicembre 2018 in scena Il berretto a sonagliopera tra le meno note di Pirandello, ma tra le più incisive e profonde per il tema trattato, sempre attuale: la gelosia. Con Sebastiano Lo Monaco, Marina Biondi, Clelia Piscitello, Claudio Mazzenga,   Barbara Gallo   Giovanni Santangelo, Lina Bernardi e  Maria Laura Caselli. Costruzione scene Keiko Shiraishi; costumi Cristina Da Rold; musiche Mario Incudine; luci Nevio Cavina.

Sarà pure considerata tra le opere meno note Il berretto a sonagli, ma quando viene rappresentata riceve, dal pubblico, un tripudio di consensi che non lascia margini alla discussione sulla ricchezza dei contenuti. E’ quello che è successo al Quirino martedì 11 dicembre con la prima diretta da Sebastiano Lo Monaco (anche nel ruolo del personaggio Ciampa), dove platea e galleria erano sold out. Alla fine del I atto e poi al II con ovazione, abbiamo colto gli umori e le opinioni degli spettatori concordi nel recensire lo spettacolo “di ottima fattura”-

Siamo d’accordo. Aggiungiamo anche che il merito sta tutto nell’intuizione del celebre scrittore girgentino, autore di una commedia  (che ruota intorno al tema della gelosia) i cui contenuti sociali non conoscono epoca e dunque sempre utili alla riflessione.

L’opera, nata in dialetto siciliano nel 1915 e poi tradotta in lingua, riproduce, forse in maniera un po’ accentuata, un segmento della famiglia borghese di quegli anni che scompaginava tra il denaro e l’adulterio. La fedeltà coniugale era una necessità sostanziale, il tradimento un marchio indelebile e causa di declassamento sociale. Sono i ruoli imposti dalla società borghese, che talune persone devono occupare.

La vicenda, di cui abbiamo già parlato in un precedente articolo, vede la protagonista principale Beatrice Fiorìca alle prese con un problema da risolvere: il tradimento del marito con la moglie del suo scrivano di nome Ciampa. Beatrice escogita un piano per smascherare l’infedeltà del coniuge: manda Ciampa in missione di lavoro a Palermo. Quando costui ritorna apprende che sua moglie è stata arrestata per adulterio. Dovrà risolvere due problemi, il primo è cercare di non essere deriso dalla pubblica opinione, il secondo riguarda la vendetta nei confronti di chi ha ordito questo scandalo.

Sul pensiero di Pirandello, ossia che si tratta di una “commedia nata e non scritta”, Sebastiano Lo Monaco ha costruito una regia “viva e non scritta”.

Si tratta, insomma di una storia talmente ricorrente che, chissà quanti degli spettatori presenti al Quirino si sono immedesimati nei personaggi!

 

PERSONAGGI e INTERPRETI

Ciampa Sebastiano Lo Monaco

Beatrice Fiorica Marina Biondi

Assunta La Bella Clelia Piscitello

Fifì La Bella Claudio Mazzenga

la Saracena Barbara Gallo

il delegato Spanò Giovanni Santangelo

Fana (la serva) Lina Bernardi

Nina (moglie di Ciampa) Maria Laura Caselli

Costruzione scene Keiko Shiraishi

Costumi Cristina Da Rold 

Musiche Mario Incudine 

Luci Nevio Cavina

Regista collaboratore Antonio Ligas

Aiuto regista Maria Laura Caselli

Aiuto scenografo Matteo Bianco 

Regia SEBASTIANO LO MONACO

 

INFO botteghino 06.6794585 – mail biglietteria@teatroquirino.it

ORARI SPETTACOLI da martedì a sabato ore 21, domenica ore 17, giovedì 13 e giovedì 20, dicembre ore 17, mercoledì 19 dicembre ore 19, sabato 22 dicembre ore 17 e ore 21

 

Bruno Cimino e Bruna Fiorentino


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti