Piani di Zona. Campidoglio: Ok da Assemblea capitolina a Delibera decadenza convenzione Colle Fiorito

Redazione - 6 Agosto 2019

L’Assemblea capitolina ha approvato la Delibera di decadenza della convenzione stipulata nel 2009 con la società I.C.V. Srl nell’ambito del piano di zona Colle Fiorito per la concessione del diritto di superficie e la conseguente successiva acquisizione al patrimonio capitolino delle aree precedentemente assegnate.

“Un atto determinato a tutela del pubblico interesse anche attraverso la collaborazione tra istituzioni e l’importante lavoro degli uffici, della Commissione Urbanistica e dell’Assemblea capitolina” dichiara l’assessore all’Urbanistica Luca Montuori. “Sul complesso tema dei piani di zona l’amministrazione proseguirà nelle verifiche dei casi in cui è venuto meno il rispetto dei patti e degli obblighi convenzionali nei confronti della cosa pubblica”.

“Oggi compiamo un importante passo in avanti per il ripristino della legalità e in difesa dei diritti dei cittadini” aggiungono la presidente della Commissione Urbanistica Donatella Iorio e il consigliere capitolino Pietro Calabrese. “Con l’approvazione da parte dell’Assemblea Capitolina della Delibera di decadenza del Piano di Zona di Colle Fiorito, viene fatta rispettare ogni norma della Convenzione stipulata a suo tempo fra il Comune e l’operatore privato, per la costruzione di alloggi a vantaggio di nuclei familiari impossibilitati a sostenere acquisti a prezzi di mercato. Parliamo di famiglie con idonei requisiti per accedere all’edilizia agevolata, che avevano investito tutti i loro risparmi per acquisire appartamenti realizzati anche con finanziamenti pubblici. Risorse quindi di tutta la comunità romana, che invece erano finite nella discrezionalità degli operatori privati, come spesso accaduto nei Piani di Zona della Capitale, a configurare delle vere e proprie attività illecite, finite anche in varie denunce alla Procura. Tutto ciò è passato. Ora andiamo avanti con gli altri Piani di Zona”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti