PNRR, Gualtieri: “Comuni locomotiva d’Italia”

Evento ANCI "Missione Italia 2021-2026 – Il PNRR dei Comuni e delle Città"

Il sindaco Roberto Gualtieri ha partecipato a “Missione Italia 2021-2026 – Il PNRR dei Comuni e delle Città”, in programa in occasione dell’appuntamento annuale organizzato dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani.

Un’occasione di confronto tra enti locali e Governo sulle sfide che l’Italia sta affrontando per portare a termine il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, un piano senza precedenti per l’Europa, dal punto di vista delle modalità di reperimento e ammontare delle risorse e per i tempi concentrati per la loro messa a terra.

In questo contesto, “i Comuni sono un punto di forza dell’Italia” ha sottolineato Gualtieri, soffermandosi poi sull’impatto che il Piano sta avendo sulla Capitale.

Roma Capitale è soggetto attuatore di 280 interventi per 1,2 miliardi; – ha aggiunto – tra Città metropolitana e interventi di soggetti terzi che interessano il territorio metropolitano, si aggiunge un altro miliardo e 900 milioni, per un totale di oltre tre miliardi.

Il 90 per cento di gare PNRR sono assegnate e il 50 per cento dei progetti è già in cantiere”.

Quanto ai tempi per gli interventi, il primo cittadino ha affermato che “stiamo procedendo, fortunatamente, rispettando la tabella di marcia”.

Il tema dei Comuni è nazionale ed è una bellissima opportunità poterne discutere col Governo; – ha sottolineato ancora Gualtieri – ci sono una serie di questioni che vanno affrontate per proseguire questa funzione che gli enti locali stanno svolgendo per il rilancio di tutto il Paese.

Se, nelle grandi città, i servizi funzionano, i trasporti funzionano, il sociale funziona, si fa il digitale, si fa la transizione energetica, è l’Italia che sta meglio, non solo i cittadini di quei Comuni”.

Al Governo chiediamo di proseguire il dialogo in Europa, affinché si segua la strategia degli investimenti comuni; – ha concluso il Sindaco. Per contribuire al successo del nostro Paese, dobbiamo dimostrare che facciamo un uso straordinario dei fondi”.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento