Giano abbigliamento sportivo

Poesia, teatro e soprattutto musica con Il lauro di Francesco Di Fortunato 

Lo spettacolo in scena il 18 giugno al Teatro Hamlet (Pigneto)
Redazione - 19 Giugno 2021

Ieri, 18 giugno 2021, serata deliziosissima, al Teatro Hamlet in via Alberto da Giussano 13, al Pigneto, dove è andato in scena questo spettacolo a metà tra un concerto di musica barocca e uno spettacolo teatrale.

Francesco Di Fortunato ha ideato attualizzadola la forma della favola pastorale, rappresentazione teatrale e musicale molto in voga alla fine del ‘500. E insieme con gli artisti ha dato vita a uno spettacolo a metà tra poesia, teatro e soprattutto musica. Il titolo dell’opera: Il Lauro – Favola pastorale; Testo, regia e direazione di Francesco Di Fortunato con Giorgia Bruno soprano, Micaela Parrilla mezzosoprano, Michela Becciu soprano, Giuliano Bonelli baritono, Andrea Micheli al liuto rinascimentale.

Il testo, scritto Francesco Di Fortunato, è in endecasillabi sciolti. La storia è ambientata in un bosco a metà tra il mondo terreno e l’aldilà. Le musiche sono alcuni tra i madrigali e le arie barocche più belli di sempre. Musiche di Monteverdi, Cavalli, Frescobaldi e Caccini.

Il pubblico ha sottolineato con scroscianti applausi le singole parti e poi tributato un’ovazione finale, pretendendo ed ottenendo un bis di un brano.

Lo spettacolo è stato introdotto, con competenza e il consueto brio da Henos Palmisano, presidente dell’Associazione “Polvere di stelle” che al termine ha ringraziato tra applausi chi ha reso possibile l’evento: oltre agli artisti, la titolare dell’Hamlet Gina Marulla e il suo staff, Teo Giannini, appassionato di musica e talent scout, e l’imprenditore Giovanni Rossello.

Foto dalle prove

https://www.facebook.com/photo?fbid=1363838507331364&set=pcb.2865664923650529

IL VIDEO

Nel video sottostante Francesco Di Fortunato fornisce tutte le informazioni per comprendere e condividere quello che i quaranta felici di ieri all’Hamlet hanno degustato con passione ed emozione (purtroppo per l’ampiezza della sala e per le restrizioni da Covid una decina di persone non hanno potuto partecipare)


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti