Proposta Campidoglio: ‘impieghiamo nomadi nella differenziata’

Rocca (FDI-AN): "altro che differenziata. Noi chiediamo un'ordinanza anti rovistaggio"
Redazione - 3 Febbraio 2015

Ieri 2 febbraio, a far discutere, è  una proposta del neo assessore alle politiche sociali Francesca Danese sui nomadi. Per l’assessore i rom potrebbero essere una risorsa da utilizzare nella raccolta differenziata vista la loro esperienza nel recupero dei rifiuti.

Un progetto che secondo l’assessore favorirebbe l’integrazione. I nomadi sarebbero impiegati in un lavoro che riguarda le loro competenze e che potrebbero mettere a servizio della città.

rovistaggioImmediata la replica dell’opposizione. Da Alfio Marchini che dichiara di sentirsi su “Scherzi a Parte” a Federico Rocca, responsabile enti locali Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale. “Mentre la Giunta Marino prosegue con folli e assurde idee, volte a danneggiare la città di Roma – commenta Rocca – noi continuiamo a pretendere l’adozione di provvedimenti che possano aiutare la città ad uscire dal degrado nel quale l’attuale amministrazione ci ha gettato.

La vergognosa idea dell’Assessore Danese di regolarizzare il rovistaggio nei cassonetti da parte dei nomadi, affidando a loro la differenziate con tanto tanto di retribuzione, è un’offesa per tutti i disoccupati romani nonché per i cittadini che ogni giorno assistono a questo scempio. A meno che Marino quando nei giorni scorsi ha parlato di voler far entrare dei privati nella raccolta differenziata non si riferisse alla Nomadi SpA. Trasformare un reato in un posto di lavoro è veramente troppo e solo il centro sinistra capitolino poteva arrivare a tanto.

Noi continueremo a chiedere al Campidoglio di emanare un’ordinanza anti rovistaggio, per questo da giorni abbiamo dato vita ad una raccolta firme e chiediamo ai romani di far sentire la propria voce, non si può più rimanere fermi a guardare la mortificazione e l’umiliazione di Roma da parte di un Sindaco inadeguato e incapace”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti