Proteste dei lavoratori della Cultura

Lunedì 24 giugno 2013 a rischio l’apertura della Biblioteca Nazionale di Roma
di Serenella Napolitano - 24 Giugno 2013

Proteste da parte dei lavoratori della Cultura contro la riduzione dell’organico e i tagli dei finanziamenti, che  potrebbero mettere a rischio le aperture dei musei. Le agitazioni hanno avuto inizio il 20 giugno 2013 con l’assemblea all’interno del Colosseo che è rimasto chiuso dalle ore 8.30 alle 12.30 e continueranno anche il 23 e il 24 giugno 2013 con un’altra assemblea che si terrà negli stessi orari, presso la Biblioteca nazionale di Roma.

“Protestiamo contro il mancato pagamento da oltre 9 mesi. Del 25% del salario, contro i tagli al ministero, il blocco del turn over e il precariato”. Questi i motivi per i lavoratori Cgil, Cisl, Uil, Flp e Unsa del Mibac . Il 23 giugno ha protestato sempre davanti al Colosseo  la sigla Flp, mentre il 28 giugno 2013 è prevista una mobilitazione di tutti i dipendenti di musei e siti archeologici statali.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti