Pulizie e nuova targa per la Piazza dell’Acquedotto Alessandrino

Grazie al volontariato dei cittadini del quartiere che hanno risposto all’appello dell’Associazione Città Alessandrina e del CIP
di Sergio Scalia - 21 marzo 2015

Sabato 21  marzo numerosi cittadini del quartiere hanno risposto all’appello dell’Associazione Città Alessandrina e del CIP per una pulizia e risistemazione della Piazza dell’Acquedotto Alessandrino.

Con MAURO FERRARI e STEFANO VEGLIANTISotto la supervisione di un agronomo sono state tolte le erbacce e risistemate le piante ai lati della piazza, mentre altri volontari si sono prodigati per rimettere in sesto le panche di legno danneggiate, proteggendone anche con un impregnante consigliato dagli uffici preposti.

Col Presidente Angelo Pandimiglio molti membri dell’Associazione Alessandrina hanno partecipato all’incontro, insieme all’ex vicepresidente Ferrari e ad un archeologo che ha illustrato il ruolo degli acquedotti romani e l’impostazione progettuale della piazza.

Con MAURO FERRARI e STEFANO VEGLIANTIAl termine dell’iniziativa è stata scoperta una targa con il nome della piazza, realizzata dall’Associazione. Infatti con la Deliberazione di G.M. n. 113 del 22 marzo 2006 la toponomastica comunale ha assegnato allo spazio centrale della piazza il nome di “Piazza dell’Acquedotto Alessandrino”, ma da allora nessuna targa è mai stata affissa, nonostante fosse obbligo del Comune apporla.

Con MAURO FERRARI e STEFANO VEGLIANTIAll’iniziativa è stato presente il Vice Presidente del V Municipio Stefano Veglianti che ha raccolto le proteste degli abitanti sullo stato di degrado in cui versano molte strade e  spazi verdi del quartiere. Veglianti  ha anche ringraziato i cittadini che con il loro impegno volontario dimostrano che ci sono molte energie sane disposte ad impegnarsi per difendere gli spazi pubblici, ma chiedono risposte più immediate e una maggiore presenza nelle periferie degli amministratori municipali e comunali.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti