Raccolte firme per un piano sulla sicurezza stradale nel XV municipio

Santori: La nuova urbanizzazione nella zona di Ponte Galeria comporterà un adeguamento dei servizi
di Serenella Napolitano - 10 Dicembre 2009

Il 7 dicembre 2009 nel quartiere di Ponte Galeria sono state raccolte firme per richiedere e migliorare un piano sulla sicurezza stradale.

“Si richiede un piano comunale di sicurezza stradale su via della Magliana, che prevede oltre al potenziamento della segnaletica orizzontale e verticale anche l’installazione di un impianto semaforico e di rallentatori acustici”, così dichiara in una nota Augusto Santori, consigliere del PDL del Municipio XV.

“Una volta terminata la sottoscrizione della petizione da parte dei residenti della zona – prosegue Santori – invieremo le richieste contenute nella petizione all’Assessore al Comune di Roma alla Mobilità Sergio Marchi, affinché si possa in tempi brevi arrivare a concretizzare un effettivo segnale di discontinuità in merito alla sicurezza stradale, soprattutto rispetto all’immobilismo che ha caratterizzato le precedenti Amministrazioni comunali”.

“La zona Ponte Galeria – insiste Santori – vive da anni una evidente fase di sviluppo residenziale e commerciale, cui non sembrerebbe aver fatto alcun seguito un piano di interventi infrastrutturali e di adeguamento dei servizi che, invece, risulta necessario per quartieri che, in prospettiva, saranno caratterizzati da un rilevante aumento della densità abitativa”.

“Tale incompetente metodologia di gestione della nuova urbanizzazione – conclude Santori – si registra in tutti i quartieri di nuova edificazione e risulta una grave eredità di malagestione di cui spero la giunta Alemanno saprà farsi carico. Gli interventi di urbanizzazione primaria e secondaria in corso e previsti per la zona Muratella sono un primo passo, così come quanto previsto per la zona della Nuova Fiera di Roma, la speranza è che tali adeguamenti si registrino anche per Ponte Galeria e, in particolare, per la messa in sicurezza dei tratti stradali di via Portuense e di via della Magliana”.

Un anno fa lo stesso consigliere con i cittadini della zona, avevano attirato l’attenzione sulla fermata del bus 023, dove non c’era né un marciapiede né segnaletica orizzontale e le persone dovevano attenderlo presso il ciglio della strada. In seguito alle segnalazioni, cosi come afferma lo stesso Santori, l’autobus si attende oggi “fortunatamente su piccole piazzole di cemento, dove in molte, sono presenti anche delle cabine di attesa”.

Sembrerebbe che qualcuno abbia riflettuto sul da farsi, si spera sia lo stesso per i problemi ancora esistenti che causano seri disagi ai cittadini romani.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti