Categorie: Ambiente Sport
Municipi: | Quartiere:

Ripristinati i canestri rotti del parco Babusci a Colli Aniene

Rapido intervento grazie all’assessora municipale Federica Desideri

Il playground del parco Babusci era stato inaugurato il 4 novembre 2022. In pochi mesi era diventato il luogo di ritrovo dei ragazzi che desideravano giocare a pallacanestro. Un luogo di aggregazione e di amicizia.

Pochi giorni fa, un piccolo disastro. Forse il solito “spilungone”, a cui piace appendersi al canestro dopo una “poderosa” schiacciata, ha rotto il canestro lasciando gli amanti del basket nell’impossibilità di praticare il loro sport preferito. Ma i canestri rotti erano due e questo potrebbe far pensare ad un atto di vandalismo invece da alcune testimonianze abbiamo saputo che si tratta di normale usura e forti sollecitazioni.

Per fortuna, qui nel quartiere, ci sono persone ed associazioni che, soprattutto quando ci sono di mezzo i ragazzi, mettono tutto il loro impegno per renderli felici e si fanno carico dei loro problemi. Grazie alla segnalazione al IV Municipio di una cittadina residente nel quartiere e ad un’assessora, Federica Desideri, che a volte riesce a compiere piccoli miracoli, i due canestri sono tornati velocemente al loro posto. E su questo punto, i cittadini di Colli Aniene hanno espresso la loro soddisfazione con diversi messaggi al nostro sito.

Ora, suggeriamo a tutti gli sportivi un’unica avvertenza: non appendetevi ai canestri mentre si gioca una partita, vogliamo tutti mantenere la struttura e far continuare a giocare tanti giovani.

“Questo a molti sembrerà poca cosa…. – scrive in un post Facebook il Presidente del IV Municipio Massimiliano Umberti – ma invece per noi rappresenta una grande cosa, perché molti ragazzi erano impossibilitati a giocare a basket nel nuovo ristrutturato parco Babusci….abbiamo sostituito il canestro rotto nei giorni scorsi e messo l’antitrauma. Facciamo attenzione a tutto quello che è nostro, sono beni comuni.”


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento