“Risonanza cinese”, la mostra itinerante fa tappa a Roma

L’esposizione sarà ospitata, fino al 9 settembre, nel Complesso del Vittoriano
Ambra Di Chio - 27 Luglio 2018

“Risonanza Cinese” è il nome della mostra che raccoglie oltre 150 capolavori realizzati, con la tecnica della pittura ad olio, da alcuni degli artisti più rappresentativi della Cina del Novecento. Dopo il grande successo di pubblico registrato sia al Palais Brongniart di Parigi che al Museo dell’Accademia di Belle Arti di Hangzhou in Cina, l’esposizione approda a Roma dove sarà allestita presso l’ala Brasini del Complesso del Vittoriano, fino al prossimo 9 settembre. L’obiettivo di questo progetto è quello di mettere in evidenza come il mondo dell’arte pittorica si sia evoluto parallelamente ai profondi cambiamenti strutturali che hanno investito la Cina negli ultimi 30 anni.

“La pittura a olio un secolo fa voleva dire Occidente, e proprio per questo dobbiamo considerare l’assimilazione della tecnica da parte degli artisti cinesi come un evento storico epocale” ha messo in evidenza lo storico dell’arte e saggista Claudio Strinati che ha curato questa mostra insieme a Nicolina Bianchi – critico d’arte e Direttore del magazine Segni d’Arte e Zhang Zuying – Direttore dell’Istituto di Pittura a olio dell’Accademia Nazionale cinese di Pittura. Il linguaggio espressivo della pittura ad olio fu fatto proprio dagli artisti cinesi, grazie ai numerosi viaggi che intrapresero già agli inizi del XX secolo e che li portarono, in particolare, a frequentare assiduamente le Accademie d’Arte europee. E’ interessante, quindi, notare come questa nuova tecnica sia stata rielaborata dai pittori cinesi in base alla loro particolare visione del mondo. Le opere in mostra illustrano scene di vita quotidiana, paesaggi e ritratti e sono suddivise in tre grandi sezioni tematiche, vale a dire: il significato della vita, il pensiero umanistico e la terra dell’anima.

La mostra è gestita ed organizzata da Arthemisia in virtù del suo rapporto ormai consolidato con l’Ufficio Culturale dell’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in Italia che era già sfociato nel 2017 in altre rassegne dedicate all’arte contemporanea cinese come la collettiva “Arte e Pace. L’arte contemporanea cinese” e le monografiche “Epos. La lirica della luce” di Chao Ge, “The timeless dance. Beyond the mountains” di Mao Jianhua e “The eternal melody of chubby lady” di Xu Hong Fei.

 

QUANDO

Fino al 9 settembre 2018

DOVE

COMPLESSO DEL VITTORIANO – ALA BRASINI

Adotta Abitare A

Via di San Pietro in Carcere – 00186- Roma

ORARI

Tutti i giorni dalle 9.30 alle ore 19.30
(la biglietteria chiude un’ora prima)

CONTATTI

www.ilvittoriano.com

Ambra Di Chio


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti