Roma, Figliomeni (FDI): “Caos e meno parcheggi per bike line via Prenestina”.

Redazione - 21 Luglio 2020

“Abbiamo predisposto un’interrogazione al Sindaco Raggi per chiedere delucidazioni sulla  situazione della bike line nel tracciato che va da Porta Maggiore e viale Palmiro Togliatti, i cui lavori sono iniziati nel settembre del 2019 con un costo di un milione e centomila euro ma che, a parte un breve tratto fra Largo Preneste e Largo Irpinia, da mesi sono fermi. Infatti il cantiere langue e non c’è alcuna traccia della riqualificazione della zona con il rifacimento dei marciapiedi e installazione di nuovi impianti semaforici, tanto che già si ipotizzano problemi di collaudo oltre il fallimento della ditta appaltatrice.

“Fin dall’inizio avevamo delle riserve su come era stata ideata questa ciclabile, che sembra non tener conto minimamente di alcuni fattori importanti quali il restringimento della carreggiata con conseguente aumento del traffico e relativo inquinamento atmosferico, l’eliminazione di molti parcheggi e la scarsa sicurezza per i ciclisti con incidenti causati dall’apertura degli sportelli degli autoveicoli. Attendiamo delle risposte perché non vorremmo trovarci di fronte all’ennesima opera incompiuta a cui siamo ormai abituati dall’Amministrazione grillina, a cui sebbene siano tanto care le piste ciclabili, almeno a parole, nel tempo poi non si curano mai di fare una manutenzione ordinaria, lasciando lunghi tratti ciclabili nell’incuria di buche, vegetazione infestante, discariche e scarsa sicurezza visto che molte spesso le ciclabili costeggiano campi abusivi rom. Noi siamo a favore di una mobilità sostenibile ma reale, che sia il meno invasiva, attraverso aree verdi in grado di portare benefici veri all’ambiente senza creare disagi ai cittadini”.

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti