Roma-Milan, le pagelle

Nainggolan sontuoso, Szczesny saracinesca. Disastro Niang
Gianluigi Polcaro - 13 Dicembre 2016

ROMA-MILAN 1-0

ROMA
szczesny-2Szczesny 7: Non riesce ad anticipare Lapadula ed è costretto a procurare rigore, ma in occasione del penalty è implacabile a neutralizzare il tiro di Niang. Sicuro per il resto della gara e senza sbavature.

Rüdiger 6,5: Argina bene le folate dei rossoneri dalle sue parti. Spesso deve vedersela da solo quando non funziona il filtro del centrocampo. In grande crescita.

niangManolas 6,5: Puntuale negli anticipi, sa proteggere i compagni di reparto con raddoppi di marcature perfetti. Non è preponderante ma è un protagonista.

Fazio 6,5: Gli scappa Lapadula, che gioca per tutta la gara sul filo del fuorigioco per sorprendere la difesa romanista. C’è da dire che spesso capita nel primo tempo quando la mediana giallorossa ancora non riesce a prendere le misure sugli uomini di Montella. Il difensore ex Tottenham però non perde mai la testa e resta il punto di riferimento della difesa.

Emerson 6: Gioca senza strafare e va discretamente sia in fase difensiva che in quella offensiva.

De Rossi 6,5: Buon baluardo davanti alla difesa che cresce di minuto in minuto prendendo le distanze ai centrocampisti milanisti.

Strootman 6: Un po’in affanno è costretto a rincorrere gli avversari, ma la sua buona dote di esperienza gli permette di non demeritare anche nella sua (forse) peggior partita dell’anno.

B. Peres s.v.: Qualche scorribanda sulle fasce, ma non fa in tempo a entrare veramente in partita per via del brutto infortunio alla caviglia. Distorsione per lui dopo gli accertamenti a Villa Stuart.

(42’ El Shaarawy) 6: Entra un po’ in sordina, facendo spazientire Spalletti che lo sorprende senza maglietta e non pronto a subentrare. Migliora di minuto in minuto guadagnando qualche punizione utile.

Nainggolan 8: Ancora una volta è il match winner. Gioca praticamente a tutto campo, nonostante spesso, e soprattutto nel primo tempo, sia un po’ isolato e debba cavarsela da solo. Sboccia nella ripresa prendendo in mano le redini della partita e partendo dalla trequarti da dove nasce il meraviglioso gol che porta i tre punti pesanti alla Roma. Dopo la rete diventa ancora più prezioso giocando a ritmi elevatissimi e recuperando molte palle permettendo alla squadra di ripartire e fiaccare il forcing disperato dei milanisti.

Perotti 6: Trova poche chance e il suo passo dinoccolato è troppo a rallentatore per poter scardinare la difesa avversaria. Con l’innesto del Faraone viene spostato sulla destra, ma non trova gli sbocchi giusti.

Dzeko 6,5: Fa reparto da solo e nel primo tempo è dura perché il Milan corre di più. Il bosniaco lotta a dovere aprendo i giusti spazi ai compagni. Anche nella ripresa non molla di un centimetro e anche se non ha occasioni da gol il suo gioco e il suo pressing sono preziosi.

All. Spalletti 6,5: Inizialmente la squadra corre qualche rischio. Forse il mister non si aspettava la partenza lampo degli uomini di Montella e non riesce a gestire il veloce palleggio dei milanisti. Pian piano prende le misure e gli attacchi dei rossoneri divengono sempre meno pungenti. La Roma non gioca un calcio eccelso ma è più coperta.

MILAN: Donnarumma 6, Abate 6, Paletta 6, Romagnoli 5,5, De Sciglio 5,5, Pasalic 6,5, (84′ Honda) s.v., Locatelli 5,5, Bertolacci 6,5, (66′ Fernandez) 5,5, Suso 6,5, Lapadula 6,5, (71′ L. Adriano) 5, Niang 4,5, All. Montella 6.

Arbitro: Mazzoleni 6,5: Sul rigore non sbaglia. Per il resto, qualche piccolo errore ma dirige una gara discreta


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti