Roma sotto le Alpi al Teatro Argentina

Secondo incontro del ciclo d’arte e storia Luce sull’Archeologia il 27 gennaio
Bruno Cimino e Bruna Fiorentino - 26 Gennaio 2019

Domenica 27 gennaio 2019 (ore 11) al Teatro Argentina prosegue il ciclo d’arte e storia Luce sull’Archeologia con il secondo incontro dal titolo Roma sotto le AlpI, in cui verranno esplorate le relazioni fra la Capitale romana con i popoli e i territori d’oltralpe. Introduce e modera l’incontro Massimiliano Ghilardi, Direttore Associato dell’Istituto Nazionale di Studi Romani; intervengono Gino Bandelli, Professore di Storia Romana all’Università di Trieste, Paolo Sommella, Professore Emerito, Valerio Massimo Manfredi, archeologo e scrittore. Conclude Claudio Strinati, Dirigente presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

Numerosi i temi che verranno esaminati: l’assetto multietnico della Gallia Cisalpina indipendente; le varie fasi della conquista romana; le forme di controllo esercitate dalla potenza egemone; il processo di romanizzazione (categoria, quest’ultima, non da tutti accettata). Importanti città come Mediolanum, Bigia, Rimini, Aquileia, Bononia, Ticinum, Padova, Verona (ecc.) potranno testimoniare la presenza di società evolute già al momento dell’impatto con Roma, dimostrando come la stessa sistemazione urbanistica fosse stata progressivamente assimilata con la partecipazione degli abitanti locali. All’inizio dell’autunno dell’anno 9 dopo Cristo, nella Germania settentrionale tra i fiumi Ems e Weser (oggi si suppone non lontano dalla città di Osnabriik) un grosso reparto romano in marcia, tre legioni e relativi ausiliari, cadde in un’imboscata nella foresta di Teutoburgo tesagli dalle tribù germaniche sotto il comando del nobile Arminio. I Romani furono massacrati e le aquile delle legioni caddero nelle mani del nemico. Conclude Claudio Strinati parlandoci delle rappresentazioni belliche romane nella pittura rinascimentale.

La V edizione di Luce sull’Archeologia, il ciclo culturale di maggiore successo al Teatro Argentina, ha preso il via il 13 gennaio 2019. Un percorso nei secoli di storia nascosti nella Capitale attraverso un viaggio di parole, testimonianze e immagini, che è prima di tutto incontro con forme di bellezza. Storici, archeologi e studiosi d’arte, fra cui Claudio Strinati, moderati dal professor Massimiliano Ghilardi, si confronteranno col pubblico sul terreno di una passione comune, quella per la civiltà romana e lo sviluppo delle arti, riportando il teatro alla sua vera essenza e restituendogli il suo ruolo di incontro e condivisione. Una agorà civile in cui i cittadini possano ritrovarsi e condividere pensieri e opinioni sulla storia romana e sui risvolti che la creazione di un nuovo modello sociale e culturale ha prodotto nei secoli, trasformando territori e popoli in una communis patria. Tema della quinta edizione, ROMA VERSO L’EUROPA, che a partire da una riflessione artistica e spirituale si addentra nella storia millenaria di una Roma che estende il proprio abbraccio oltre i confini nazionali, fino a includere quell’enorme bacino culturale che proprio da Roma si è espanso in tutto il mondo, saldando tra loro culture diverse e lontane.

 

 INFO TEATRO DI ROMA

Largo di Torre Argentina, Roma

Biglietteria: tel. 06.684.000.311/314

www.teatrodiroma.net

Biglietto: singolo incontro, posto numerato 10 euro

 

Bruno Cimino e Bruna Fiorentino


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti