Il Romanista: dalla liquidazione ad un nuovo progetto editoriale

Si chiude dopo 10 anni la storia del giornale dedicato all'As Roma
Marco Mikhail - 3 Agosto 2014

Il Romanista, l’unico giornale dedicato interamente ad una squadra di calcio, l’AS Roma, chiude. Per 10 anni il quotidiano ha fatto parte dell’elitè dell’editoria romana e non solo. Questo fino al 23 giugno 2014, giorno in cui la cooperativa i Romanisti è stata messa in liquidazione. Come da prassi è stato nominato il commissario liquidatore, il quale, però, si è dimesso dopo una settimana impedendo cosi ai lavoratori di entrare in cassa integrazione.

il romanistaA questo si aggiunge che dal 1 gennaio 2013 la redazione non percepisce il proprio stipendio, 22 mesi nei quali i lavoratori hanno dovuto far di necessità virtù, e negli ultimi 7 senza la presenza di un responsabile governativo che potesse sbloccare lo stallo venutosi a creare. Così la redazione del Romanista ha scioperato dal 28 luglio per 72 ore, per manifestare il proprio sdegno e dissenso nei confronti del Ministero per lo Sviluppo Economico.

Lo sciopero ha dato i suoi frutti il 31 luglio: il ministero per lo Sviluppo Economico, infatti, ha nominato l’avvocato Andrea Maria Paolucci come responsabile governativo del Romanista, permettendo in questo modo ai giornalisti di entrare in cassa integrazione.
Lo stesso era stato l’amministratore del quotidiano dal 2012 fino alla fine del 2013, sostituito ad inizio 2014 da Jacopo Marzetti, dimessosi – come detto – dopo appena una settimana.

Fresco Market
Fresco Market

E’ stato un anno horribilis per l’editoria romana: T9, Paese Sera, Radio Mana Mana e l’Unità hanno cessato di esistere, ma il Romanista non vuol arrendersi, anzi,vuol dimostrare che con le idee tutto può essere possibile. La cooperativa il Romanista non esiste più, ma i giornalisti sono ancora là, pronti a dar vita ad un nuovo progetto editoriale: ‘Il Romanista’, un quotidiano diverso nel nome rispetto al passato, ma che proprio dall’esperienza maturata in questi 10 anni vuol costruire un futuro tutto in tinta giallorossa.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti