Salvaiciclisti. Città a misura di bicicletta

La provincia di Roma si impegna a tutelare i ciclisti ed espone a Palazzo Valentini un grande striscione a favore della campagna che propone l’utilizzo della bicicletta
di Serenella Napolitano - 13 Aprile 2012

Un colore raggiante, l’arancione con dentro l’immagine di una nostra cara e vecchia amica di passeggiate, la bicicletta: è lo striscione che da ieri 12 aprile 2012 campeggia sul grande portone di Palazzo Valentini. Uno striscione dedicato alla campagna ‘Salva i ciclisti’, lanciata dal quotidiano inglese ‘Times’ per garantire la sicurezza di chi si sposta in bicicletta e per rispettare l’ambiente.

“La Provincia di Roma ha aderito a questa iniziativa che sta avendo molto risalto a livello internazionale perché le nostre città hanno bisogno di un nuovo modello di mobilità che passa attraverso comportamenti sostenibili. Spostarsi in bicicletta vuol dire aiutare l’ambiente e migliorare la propria salute”.
“La Provincia di Roma – aggiunge Zingaretti – si è impegnata a realizzare un piano provinciale per la ciclabilità e a mettere in sicurezza gli incroci sulle strade provinciali. Porteremo a termine nuove piste ciclabili che andranno ad aggiungersi a quelle già realizzate. Il 28 aprile Roma, insieme a molte altre città europee, ospiterà la manifestazione ‘L’Italia cambia strada’ e vogliamo che il maggior numero di romani possa partecipare a un evento che vuole diffondere una nuova cultura proprio attraverso l’amore verso le due ruote”.

Rispettare l’ambiente e garantire la sicurezza di chi utilizza la bicicletta per gli spostamenti in città è stata l’idea che ha spronato l’Amministrazione provinciale ad aderire nei mesi scorsi alla campagna ‘Salva i ciclisti’. Ieri finalmente l’approvazione della delibera di giunta che formalizza l’impegno dell’ente a tutela della sicurezza stradale e dei ciclisti di Roma e del territorio della provincia.
Il documento impegna infatti la Provincia a concludere la redazione del Piano Provinciale per la ciclabilità corredato da una mappatura degli incroci più pericolosi su cui si interverrà, nei limiti delle risorse disponibili, per la messa in sicurezza attraverso il miglioramento della segnaletica e l’incremento di autovelox e limitatori di velocità sulle strade provinciali.

“Con la delibera – spiega il presidente della provincia di Roma, Nicola Zingaretti – abbiamo dato seguito all’impegno preso nei giorni scorsi con i promotori della campagna. Oltre a chiudere il piano provinciale della ciclabilità, e sostenere finanziariamente quello dei singoli Comuni, avvieremo una campagna di informazione per il rispetto del codice della strada e porteremo a termine i progetti per la realizzazione di nuove piste ciclabili che andranno ad aggiungersi a quelle già realizzate”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti