Categorie: Ambiente Politica
Municipi: | Quartiere:

Un intervento lampo per lo scivolo del Parco Almagià

Municipio Roma V – Parco Almagià – non vogliamo enfatizzare la cosa,  ma crediamo che vada assolutamente sottolineato come l’intervento del Presidente Boccuzzi prontamente intervenuto nel momento che la Polizia Locale stava procedendo alla chiusura del parco a causa di una carenza di sicurezza dovuta alla rottura di uno scivolo e sia riuscito in primo luogo ad evitare la chiusura dell’impianto e poi ad ottenere la riparazione urgente dello scivolo a 48 ore dall’evento.

Sarà stato forse un colpo di  fortuna? … Questo avremo modo di verificarlo in seguito.
Intanto potremmo dire che si tratta quasi di un record.
Sì perché in sole 48 ore il neopresidente è riuscito a far “rimediare” il pezzo rotto dello scivolo del parco e farlo sostituire con un altro praticamente nuovo e facente parte del blocco giochi abbandonato da oltre tre anni all’interno del Parco di Villa de Sanctis…
Scivolo abbandonatoGuarda il caso proprio come avevamo suggerito in un video realizzato con Gianni Ranalletta di ViaVai e messo in rete su YouTube e su vari network.

 

Il parco Almagià ha così riacquisito la sicurezza e quindi è stato riaperto il blocco giochi dei bimbi e questo con grande gioia anche del sig. Remo Bianconi che da oltre due anni si occupa dell’apertura e chiusura della struttura e che quotidianamente provvede a mantenerla pulita e decorosa.
Remo parco almagiaIl Sig. Remo è un pensionato volontario benvoluto da tutti per la sua dolcezza ed educazione. E pensare che l’amministrazione municipale lo ricompensa con ben 2,5 € al giorno. Una vera vergogna che speriamo sia rivista al più presto, portando il compenso almeno alla pari di quello dei “nonni” che durante l’anno scolastico fanno servizio all’entrata e all’uscita dei bambini dalle scuole.

Questa cosa, ci ha detto il presidente Boccuzzi ci ha fatto scoprire che da anni esisteva un blocco giochi praticamente nuovo ma abbandonato da oltre tre anni per pericoli di crollo delle cavità sottostanti il parco di Villa de Sanctis segnalati dal Dipartimento alla ex Giunta Palmieri e dal quale scaturì la chiusura per motivi di sicurezza.

Dalla documentazione acquisita è emerso però un altro grave problema in quanti analoghi provvedimenti per la messa in sicurezza di vite e persone dovevano essere presi anche per una parte del Centro Sportivo ed in particolare della piscina e di parte degli spogliatoi e dell’area parcheggio antistante.

Scivolo parco almagia1Adesso non ci resta che sperare che Boccuzzi e la sua squadra che andrà ad insediarsi il giorno 8 luglio riescano a trovare la sponda e le risorse necessarie per mettere in sicurezza l’intera area compresa quella del parchetto di via Romolo Balzani dove l’amministrazione aveva speso decine di migliaia di euro per realizzare oltre al parchetto anche una pista ciclabile didattica per bambini, anch’essa chiusa da oltre tre anni e fonte di degrado e pericolo incendi.
Scivolo parco almagiaE perché no, magari, dai prossimi giorni far rimettere in funzione l’impianto  di irrigazione del Parco di Villa de Sanctis costato centinaia di migliaia di euro per il quale si disse mancavano solo le batterie per la gestione della centralina.
Questo contribuirebbe a che l’importante polmone verde non assuma un aspetto desertico.

La nuova amministrazione ci deve almeno provare, poi vi vedrà. Intanto i bimbi e i genitori che frequentano l’Almagià ringraziano per la celerità di questo primo intervento.

 


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙
Se riscontri problemi con la donazione libera contattaci: e-mail

2 commenti su “Un intervento lampo per lo scivolo del Parco Almagià

  1. Sì è spogliato un’altare per vestirne un altro . CHe risultato insperato ora restiamo in attesa degli altri sopra riportati ed ovviamente del riposizionamento del mancante

  2. Sarebbe buono che i volontari siano volontari e i nonni lascino lavorare i giovani dato che il paese sta crollando, siamo tutti vecchi e i giovani lasciati disoccupati, soprattutto nelle periferie, conoscono i parchi solo per lo spaccio e la droga. Grazie, tutto bello, ma si è arrivati al limite. Ha già la sua pensione, ci mettessero un giovane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati