Solidarietà alla comunità bengalese di Torpignattara

Secondo quanto riportato su #torpignattara il Municipio V avrebbe revocato la concessione del “giardino recuperato” per i tre giorni di festa della comunità bengalese
Comunicato stampa - 29 Luglio 2022

“Il CdQ Villa Certosa esprime solidarietà alla comunità bengalese, a cui il Municipio V avrebbe revocato la concessione di uno spazio pubblico e dell’autorizzazione per la realizzazione di un evento di festa in questo fine settimana.

La comunità bengalese, in particolare l’associazione Dhuumcatu, ha di recente collaborato con questo CdQ per la traduzione in lingua bengalese di un avviso posto nel giardino liberato di Villa Certosa. Uno spazio che, al contrario del “giardino recuperato” di Torpignattara, non è stato ancora acquisito a patrimonio pubblico.

Entrambi gli spazi sono molto frequentati dalla comunità bengalese.

Non conosciamo nel dettaglio la vicenda, né la posizione del Municipio coinvolto.

Tuttavia desideriamo porre l’accento sulle difficoltà di interlocuzione (e conseguenti possibili malintesi) con gli uffici tecnici municipali, che anche il CdQ Villa Certosa ha di recente sperimentato.

Auspichiamo un rapido intervento dei politici locali per far luce sulla vicenda, sicuri che si possa trovare una soluzione per eventuali problemi tecnici riscontrati.

Ad esempio se il Municipio istituisse una sorta di sportello unico per la realizzazione delle iniziative e degli eventi, siamo sicuri che favorirebbe tutte le associazioni, ed in particolare quelle che sono espressione di comunità estere, che comprensibilmente potrebbero avere maggiori difficoltà con la Burocrazia Capitale.

Chi desidera portare fisicamente la propria solidarietà alla comunità bengalese, può intervenire il 29, 30 e 31 luglio dalle 19 alle 23:30 per la festa “Popoli insieme” al giardino recuperato in via Prenestina 229, angolo con via Rocca d’Arce”.

La Sposa di Maria Pia

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti