Giano abbigliamento sportivo

Teatro Biblioteca Quarticciolo: 5 giugno/22 luglio Sempre più fuori

La programmazione estiva dentro e “fuori” 
A. P. - 28 Maggio 2021

Dopo mesi di attività a porte chiuse, torna all’aperto la programmazione del Teatro Biblioteca Quarticciolo, pensata per coabitare gioiosamente lo spazio pubblico in sicurezza e incontrarsi nuovamente, in contatto con i luoghi del Municipio V-Roma Capitale. “Sempre più fuori” è il titolo della stagione: fuori dai ghetti, fuori dagli edifici, fuori dalle prospettive che leggono le periferie come luoghi del disagio. Fuori da noi, per relazionarci a una comunità, fuori da Internet e dagli schermi. Dal 5 giugno al 22 luglio spettacoli, incontri, laboratori e Fuori Programma_Festival Internazionale di Danza

La programmazione inizia con due spettacoli all’aperto in cuffia: Psicopompo di Scena Verticale, in collaborazione con Municipio V- Roma Capitale (5 e 6 giugno ore 21.00, Parco delle Energie ex Snia, ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria) e Radio Ghetto_voci libere/Collettivo Radio Ghetto, in collaborazione con Teatro Studio Uno (13 giugno ore 20.30, Parco Alessandrino). Il primo, Psicopompo, è uno spettacolo prodotto da Scena Verticalescritto e diretto da Dario De Luca e suono di Hubert Westkemper. Un uomo e una donna, chiusi in casa, si confrontano sulla morte, contemplando i propri abissi. I due performer, Milvia Marigliano e Dario De Luca agiscono in un box di vetro al Parco delle Energie ex Snia e gli astanti possono ascoltarne i dialoghi tramite cuffie. Il secondo, Radio Ghetto_voci libere nasce per mettere in scena, in una modalità performativa, l’archivio e l’esperienza della radio partecipata Radio Ghetto appunto, vissuta all’interno dei ghetti dei braccianti agricoli, nelle campagne dell’agro foggiano. Lo spettacolo, interpretato da Francesca Farcomeni e diretto da Luca Lòtano con jack Spittle e Raffaele Urselli, è un viaggio sonoro, un dialogo tra racconto e tracce audio che riflettono su capitalismomigrazionisfruttamento e caporalato.

Il 19 giugno (ore 18.00) il palco del Teatro Biblioteca Quarticciolo è calcato dai più piccoli con il saggio finale del laboratorio Chi è di scena? a cura di Jessica Bertagni/Compagnia TeatroViola. Ingresso gratuito.

Il 20 giugno (ore 20.30) al Parco Modesto di Veglia (Quarticciolo), Sempre più fuori continua con il concerto Migrazioni Sonore della musicista H.E.R., violino, pianoforte e voce. Il concerto, in collaborazione con Circolo di cultura omosessuale Mario Mieli per Roma Pride, fa della transizione un punto di partenza, della migrazione un atto dovutoin un vortice di suggestioni sonore sempre su un confine in divenire.

Si prosegue con la musica dal vivo con altri due spettacoli: il 6 luglio (ore 18.30)al Parco Alessandrino Storia di un uomo e della sua ombra (mannagia a mort) con Giuseppe Semeraro, Dario Cadei e Leone Marco Bartolo, regia di Giuseppe Semeraro, produzione Principio Attivo Teatro, con musiche originali eseguite dal vivo da Leone Marco Bartolo e luci di Otto Marco Mercante. Lo spettacolo pensato per le famiglie, vincitore del premio Eolo awards 2010, è un “cartone animato” in bianco e nero, un film muto con due performer in carne e ossa che raccontano conflitti, equivoci e gag divertenti e poetiche allo stesso tempo. Uno spettacolo che fa ridere, riflettere e commuovere. Il 22 luglio (ore 20.30), sempre al Parco Alessandrino, Piccoli funerali di e con Maurizio Rippa con musica dal vivo di Amedeo Monda (voce e chitarra). Spettacolo vincitore alla VI edizione de I Teatri del Sacro – Ascoli Piceno 2019, Piccoli Funerali è una partitura drammaturgica e musicale che veicola una dedica, un saluto, un gesto che riporta alla memoria chi non c’è più.

Il 5 e 16 luglio (ore 18), in presenza al Teatro Biblioteca Quarticciolo e online sul canale Youtube di Biblioteche di Roma e sulle pagine fb @biblioteche.roma e @teatrobibliotecaquarticciolo, gli ultimi due appuntamenti del ciclo di incontri TBQ Letteratura e Periferia, in collaborazione con Biblioteche di Roma a cura di Francesco Pacifico, con ospiti in via di definizione. Ingresso gratuito.

Dall’8 giugno al 4 luglio il Teatro Biblioteca Quarticciolo si fa dimora del Festival Internazionale di Danza: Fuori Programma diretto da Valentina Marini. Fuori Programma si svolge attraverso un’articolata programmazione dislocata tra il Municipio V – Roma Capitale e il Teatro India. La prima parte del Festival è ospitata dal Teatro Biblioteca Quarticciolo ed inaugura con tre residenze di creazione: Dal 14 al 18 giugno Davide Valrosso, prodotto da Nina; segue dal 21al 25 giugno la residenza di Daria Greco con Crangon Crangon_studio, prodotto da Chiasma; e la terza dal 28 giugno al 2 luglio di Alessandra Cristiani con Naturans – Da Auguste Rodin_studio, prodotto da PinDoc. Mentre il 3 luglio (ore 13.00) il palco del Teatro Biblioteca Quarticciolo dà spazio alla selezione del prestigiosoPremio Prospettiva Danza diretto da Laura Pulin e pensato per promuovere la creatività degli artisti e delle artiste emergenti.Il Festival prosegue con spettacoli di elevato calibro come Tempi Moderni/UN DANTE CORRETTO BRAVO GRAZIE dal 23 al 25 giugno (ore 20.00), Parco Modesto di Veglia. Uno spettacolo di ALDES per la regia di Roberto Castello. Un Dante corretto bravo grazie è il titolo del testo originale che Andrea Cosentino ha scritto per uno degli spettacoli che compongono il progetto “Tempi Moderni – La commedia rivista”, edizione 2021. Una breve conferenza spettacolo dadaista e irriverente su Dante, che l’attore restituisce in scena accanto alle percussioni di Matteo Sodini e le coreografie di Erica Bravini. Il progetto commuta il costo del biglietto di partecipazione con l’offerta di beni di prima necessità. Tale catena di solidarietà trova sostanza nella collaborazione dell’Associazione Asinitas Onlus e Comunità Educante Quarticciolo che distribuiranno i beni alle comunità locali. Il 28 e 29 giugno (ore 20.15), al Parco Alessandrino va in scena il suggestivo MAD di Balletto Civile, regia di Michela Lucenti. Mad (Museo Antropologico del danzatore) è un progetto tra installazione e performance che coinvolge gli spettatori in un percorso immaginifico guidato dai sei danzatori/attori che agiscono in piccole teche trasparenti. Il 28 giugno (ore 11.00), la stessa compagnia condurrà al Parco Alessandrino il laboratorio Il Corpo Ricorda, pensato in particolare per gli e le abitanti del V Municipio in fascia di età over 60. Chiude la sezione spettacoli del Festival, nella sua parte al Municipio V, SIMULACRO del famoso coreografo spagnolo Marcos Morau, un progetto in prima assoluta appositamente pensato per Fuori Programma e il Parco Alessandrino dal 2 al 4 Luglio (ore 20.00). Con questo progetto Marcos Morau dirigerà la compagnia italiana Spellbound Contemporary Ballet e quella spagnola La Veronal in un lavoro che lascia agli spettatori lo spazio per contribuire con il proprio universo immaginativo.  I tre spettacoli sono inoltre approfonditi da incontri di discussione a cura di Casa dello Spettatore. Per il programma completo di Fuori Programma, e le azioni previste al Teatro India si rimanda al sitowww.fuoriprogramma.com


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti