Teatro Sette. Stagione 2013-2014

Ai normali spettacoli si aggiungono quelli per i bimbi, vari laboratori teatrali, aperti anche ai più piccoli, e i lunedì musicali e culturali
di Riccardo Faiella - 23 Settembre 2013

“Per noi farvi ridere… è una cosa seria!”. Così recita la locandina di presentazione della nuova stagione teatrale del Teatro Sette. E il direttore artistico Michele La Ginestra, che da sempre dedica tante energie alla sua creatura, ha sicuramente rispettato lo slogan.

Tredici gli spettacoli allestiti, tutti all’insegna dell’intrattenimento brillante, coloriti da una comicità intelligente e mai volgare. L’apripista per questo 2013-2014 è Andrea Quintili, in scena dal 24 al 29 settembre, con uno spettacolo scritto e diretto da lui stesso: Un gioco senza regole. Sul palco la Compagnia di Atto in Atto.

Dall’1 al 6 ottobre Ricomincio dal presepe. Almeno, è quello che afferma Dino De Bernardis, autore e regista della piéce, che ci farà vivere i preparativi di Natale di due famiglie napoletane. Dall’8 al 20 ottobre Marco Cavallaro, Alessandro Salvatori e Andrea Perrozzi in: Clandestini, di Gianni Clementi. La regia è di Vanessa Gasbarri.

Dal 22 ottobre al 3 novembre Bravi voi…io è una vita che vi seguo. Questa è la risposta che Fabio Avaro dà alla fine delle sue performance con Gabriele Pignotta, agli spettatori che lo raggiungono per fargli i complimenti. E adesso è diventato uno spettacolo scritto con Mario Alessandro Paolelli.

Dal 5 al 24 novembre un ospite fisso del Sette, Sergio Zecca, in: Trilussa e il vino. A grande richiesta torna l’omaggio al vino e alla romanità di una volta, attraverso le poesie del Belli, Trilussa, Zanazzo, Pascarella e Petrolini. Il regista è lo stesso autore: Michele La Ginestra. Dal 26 novembre all’8 dicembre La strana cotta, con Danilo De Santis e Francesca Milani. La regia è di Claudio Gregori, in arte Greg.

Dal 10 al 22 dicembre Vacanze rumene, con: Fabrizio Gaetani, Christian Generosi e Mauro Bellisario. La regia è di Marco Cavallaro. In piena crisi, forse è meglio fingersi rumeni, pur di trovare un’occupazione.

Dal 27 dicembre al 19 gennaio La baita degli spettri, di Greg. Interpreti: Sergio Zecca, Massimiliano Vado, Roberta Garzia, Matteo Vacca, Vania Lai. La Ginestra alla regia.

Dal 21 gennaio al 23 febbraio, più di un mese con Marco Zadra in uno spettacolo tutto suo: Suite 425. Equivoci, tradimenti e folli inseguimenti correndo tra una camera d’albergo e un’altra. Dal 25 febbraio al 16 marzo Michela Andreozzi in un One Woman Show formula varietà: Non è un paese per donne. La regia è di Paola Tiziana Cruciani.

Adotta Abitare A

Dal 18 marzo al 13 aprile la coppia La Ginestra-Beatrice Fazi in: Ti posso spiegare. Con loro Maria Chiara Centorami. Regia di Roberto Marafante. Dal 22 aprile al 5 maggio la Compagnia Attori per Caos in scena con un’altra scrittura di Greg: Work in regress. Regia Luca D’Arienzo. Infine, dal 7 al 18 maggio un altro spettacolo scritto e diretto da Marco Zadra. Con lui, sul palco, Gianluca Mandarini.

Questo il cartellone del Teatro Sette, cui si aggiungono gli spettacoli per bimbi, i lunedì musicali e culturali, e i laboratori teatrali aperti a tutti: bambini, ragazzi e adulti.

Per info: www.teatro7.it


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti