Municipi: | Quartiere:

Tendopoli Ramazzini. M5S: il Municipio ha già chiesto che situazione sia monitorata da Autorità competenti

Il 27 luglio 2016 si è tenuto il Consiglio del XII Municipio, per affrontare le questioni sollevate dalle opposizioni inerenti la tendopoli allestita in via Ramazzini 31.
La carente onestà intellettuale impone di sottolineare come il Municipio non sia titolare di alcun tipo di potere al riguardo, e come la collocazione della tendopoli nel nostro territorio sia stato il frutto di scelte politiche di organi statali che sono stati nuovamente e palesemente carenti di una politica coerente e risolutiva, limitandosi a “scaricare” alle realtà locali delle persone che versano in grave stato di difficoltà.
Persone che, è doveroso ricordare, fuggono da situazione di fame, guerra e miseria e che è nostro dovere aiutare.

Al riguardo non si può non esprimere il nostro plauso alle decine di medici, infermieri e volontari che prestano il loro servizio a favore di persone in oggettiva difficoltà.

Purtroppo la cronaca ci mostra come, per colpa di pochi elementi, esista un diffuso senso di insicurezza tra i cittadini che sono chiamati a convivere più strettamente con queste realtà emergenziali.

Ciò che il Municipio deve fare è chiedere e verificare che a queste persone venga offerta la possibilità di integrarsi e di comprendere la realtà sociale in cui si trovano ora a vivere, perché possano diventare parte integrante di una società attiva e sana.

Quello che invece non dobbiamo tollerare è che le condizioni di abbandono istituzionale diventino terreno fertile per comportamenti antisociali, a tal fine il Municipio ha già chiesto e continuerà a chiedere che la situazione venga monitorata dalle Autorità deputate al controllo dell’Ordine e della Sicurezza Pubblica affinché, ancora una volta, non siano in molti a pagare il comportamento di pochi.

Gruppo Consiliare  Movimento 5 Stelle, Municipio XII

Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento