Tocco quindi vedo!

Presso il Museo Etrusco di Villa Giulia domenica 3 dicembre 2017 si è svolta la Giornata Internazionale dei Diritti delle persone con disabilità
Olga Di Cagno - 5 Dicembre 2017

La storia, maestra di vita, custode di segreti e risposte, non può e non deve essere semplicemente trasmessa, ma deve poter essere vista e vissuta anche attraverso le sue testimonianze materiali. Ma se queste testimonianze – statue, vasi, monumenti, libri – fossero per qualche motivo invisibili?

Noi sapremmo che ci sono, altri ce ne parlerebbero, altri li avrebbero visti, ma non potremmo esserne pienamente consapevoli, fin quando non potremmo fisicamente toccarli e comprenderli appieno!

Qualcosa, finalmente, sta cambiando!

In occasione della Giornata Internazionale dei Diritti delle Persone con Disabilità, il 3 dicembre, preso la prestigiosa sede del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Rom, è stato presentato al pubblico un nuovo materiale tattile che andrà ad arricchire permanentemente le collezioni permettendo ai fruitori non vedenti, o ipovedenti, di partecipare alla visite museali.

Una donazione della Società Tipografica System Graphic ha permesso, infatti, di poter allestire un banco tattile con la riproduzione in 3D di alcuni reperti ceramici in scala 1 a 1.

Inoltre la Federazione Nazionale delle Istituzioni Pro Ciechi ha realizzato per la prima volta la riproduzione a rilievo con trascrizione in Braille delle celebri Lamine d’Oro di Pyrgi.

Ad aggiungere esperienza alla presentazione ed a renderla ancora più a tutto tondo ha contribuito anche il gruppo di rievocazione storica “Irsenna” che ha offerto una rappresentazione di alcune tra le più famose opere presenti, come ad esempio il celebre, e bellissimo, “sarcofago degli sposi”.

Il direttore del Museo Etrusco  Valentino Nizzo, guida museale speciale  della giornata, appassionato e coinvolgente nelle spiegazioni, pronto a far esplorare l’antico mondo degli etruschi ai fruitori non vedenti del museo, ha rimarcato che “siamo non vedenti anche nel non renderci conto del patrimonio che abbiamo intorno e di cui siamo eredi, nel trascurarlo, nel dedicargli poco del nostro tempo, nel non sentirlo parte del nostro paesaggio, nel non sentirci responsabili dell’eredità che i nostri padri ci hanno lasciato”.

Il Ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, presente alla conferenza stampa, ha ribadito l’impegno del Governo e del suo Ministero in particolare per permettere alle persone con disabilità di poter godere della enorme ricchezza del nostro patrimonio culturale realizzando percorsi e progetti dedicati alla accessibilità dei luoghi della cultura.

“Un progetto importante che deve essere l’inizio di un percorso di cui Villa Giulia ci sta indicando la strada” ha concluso il ministro.

Ora non resta che frequentare questo luogo di cultura e renderlo sempre più vivo e brillante anche grazie alle nuove possibilità offerte toccando e, perciò, vedendo cose, immagini, emozioni che prima rimanevo nell’ombra.

Le riproduzioni tattili saranno successivamente a disposizione nel Museo tutti i giorni dal martedì alla domenica (ore 9-19.30, su prenotazione).

Olga Di Cagno


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti