Tor De Schiavi, Figliomeni-Rinaldi (Fdi): “Salvaguardare square centrale per parcheggi”

Redazione - 2 ottobre 2018

“Roma città caotica caratterizzata da un traffico veicolare convulso, presenta una carenza cronica di parcheggi tanto che i cittadini sono costretti a lunghi giri prima di poter trovare un posto per la propria automobile. In Via Tor de Schiavi, strada che divide Centocelle dal Prenestino, è presente un ampio spartitraffico che si snoda per oltre 300 metri di strada, dall’incrocio con la Serenissima fino al mercato coperto di Viale della Primavera, luogo dove parcheggiano tutti, dai residenti ai commercianti oltre ai cittadini che si trovano a transitare in zona. Abbiamo a questo riguardo accolto le segnalazioni dei residenti che vedono minacciata la presenza di questo lembo di strada utilizzato per parcheggiare le automobili, in quanto nei giorni scorsi la Commissione Mobilità del Campidoglio e i tecnici comunali dell’Ufficio Mobilità di Roma Capitale, hanno eseguito dei sopralluoghi per valutare la possibilità di realizzare una pista ciclabile. Siamo a favore dell’ampliamento e della messa in sicurezza delle piste ciclabili cittadine, ma riteniamo che ci voglia buon senso in quanto realizzare un progetto del genere in un luogo con grande carenza di parcheggi, dovuta al forte insediamento urbano della zona, risulterebbe un danno per i cittadini. Abbiamo a questo riguardo presentato un’interrogazione al Sindaco e agli Assessori competenti, al fine di sapere se non sia il caso che l’Amministrazione capitolina eviti di realizzare la pista ciclabile nello square centrale di Via Tor de Schiavi, vista l’esiguità dei parcheggi in un luogo ad alta densità abitativa e quali azioni intendono mettere in campo al fine di attivare con i commercianti e con i cittadini residenti dell’area un confronto sulle loro reali esigenze, prima che si prosegua su una scelta sbagliata”.

Lo dichiarano gli esponenti di Fratelli d’Italia, Francesco Figliomeni consigliere capitolino e Daniele Rinaldi coordinatore nel Municipio V.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti