Tor Sapienza si prepara al centenario insieme alle scuole del V Municipio

Via al concorso per la realizzazione del Logo celebrativo “Tor Sapienza una storia lunga 100 anni e più…”
G. F. - 16 Settembre 2022

Michele Testa

Negli ultimi anni diversi quartieri di Roma hanno spento le 100 candeline, qualche nome Flaminio, Settecamini, Garbatella, Appio Latino, Centocelle, ora il fermento dei festeggiamenti sta per coinvolgere gli abitanti di Tor Sapienza. Il 20 maggio 2023 saranno appunto cento anni precisi dalla fondazione del quartiere cresciuto nel quadrante est della capitale dopo che il suo fondatore Michele Testa un ferroviere molisano antifascista, creò la “Cooperativa Tor Sapienza dell’Agro Romano“, realizzando prima 25 abitazioni economiche, quindi un altro centinaio. La borgata fu poi inaugurata dopo essere stata costruita regolarmente ed attrezzata di una scuola, una farmacia ed una condotta medica.

Logo Centenario Tor Sapienza

Da quel 20 maggio la storia di questo territorio già forgiato di un passato illustre ma sconosciuto a molti, e che racconteremo strada facendo, inizia un periodo di sviluppo e di benessere nella semplicità del quotidiano dell’epoca. La vocazione agricola accompagnata alla duttilità della popolazione ai cambiamenti, permisero al quartiere di essere per Roma “ponte” verso l’era industriale.

Così, con questi presupposti il Comitato per il Centenario di Tor Sapienza (CCTS), formato dalle 14 realtà più rappresentative del quartiere, intende raccontare a tutto tondo cento anni di storia, senza tralasciare però le radici ed i perché nella tenuta Tor Sapienza sorsero e si svilupparono insediamenti abitativi già dal 1300.

Tutto ciò crediamo meriti oltre al coinvolgimento della popolazione, soprattutto quello della scuola che, nel suo ruolo di agenzia educativa racconti ai propri i studenti le origini del territorio in cui opera. Un percorso storico-didattico per accorgersi e meravigliarsi di quante e quali persone illustri nel passato hanno caratterizzato la vita del quartiere. Basta chiedersi chi era Cesare De Cupis a cui intitolarono l’attuale piazza di Tor Sapienza; oppure Via dei Boccamazzi perché intestare una via ad una famiglia sconosciuta; come fu coniato il nome Tor Sapienza; per arrivare ai giorni nostri e scoprire che da bambino Lucio Battisti abitò a Tor Sapienza; partire da qui, per scoprire che Tor Sapienza ha più di 700 anni di storia e che molte cose di ieri si accomunano a quelle di oggi.

Ed ecco allora il Concorso per la realizzazione del logo celebrativo per il Centenario di Tor Sapienza dal titolo “Tor Sapienza una storia lunga 100 anni e più…”, dedicato alle scuole medie inferiori e superiori del Municipio V patrocinante dell’iniziativa. Un modo per gli istituti scolastici di essere protagonisti del percorso storico-commemorativo lungo un anno intero. Gli studenti partecipanti al concorso hanno tempo fino al 21 novembre 2022 per presentare l’elaborato grafico. Tre saranno i premi, e il primo classificato sarà utilizzato come emblema della ricorrenza. È possibile scaricare il bando da questo link: http://tsidee.it/torsapienza100/

Il programma degli eventi e dei momenti celebrativi è in via di definizione, tutta la popolazione sarà coinvolta in un vortice di ricordi e rievocazioni, ma anche per immaginare l’evoluzione futura di una Tor Sapienza nuovamente sicura e sempre più a dimensione d’uomo.

La Sposa di Maria Pia

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti