“Torna fra nove mesi”, in scena al Teatro Lo Spazio

Evelina Nazzari, figlia del grande Amedeo, presenta la sua opera sul travaglio del parto e quello del lutto
di Riccardo Faiella - 23 Aprile 2013

Dal 23 al 28 aprile 2013, al Teatro Lo Spazio, di via Locri, la Compagnia delle Rose porta in scena la commedia Torna fra nove mesi.

La scrittura è opera di Maria Evelina Buffa, conosciuta nel mondo dello spettacolo con il nome d’arte di Evelina Nazzari. L’autrice-attrice è la figlia del grande attore del nostro cinema in bianco e nero, Amedeo Nazzari, e di Irene Genna.

La piéce descrive il dolore estremo e una società che pretende, con l’istinto umano che reclama e due donne che cercano di sopravvivere, ognuna come può e con gli strumenti che conosce.

Gravidanza, travaglio del parto e travaglio del lutto. Un concetto astratto quando si perde un figlio, ma il dolore più grande, che non ti lascia tregua e ti segue come un’ombra soffocante.

Due donne – o forse una – cercano di riemergere, di restare a galla, chiuse in ermetici scafandri e aggrappate a fragili boe, circondate da un mondo che non può capirle, né tanto meno seguirle nel loro faticoso arrancare all’inseguimento di uno scampolo di vita. In un grottesco conflitto interiore lanciano uno sguardo tragicomico verso un mondo dal quale si sentono escluse, irrimediabilmente. O forse no.

Le due protagoniste sono la stessa Evelina Nazzari e Maddalena Recino. Le scene e i costumi sono di Lodovica Cantono di Ceva. Francesco Crisafulli è il consulente musicale. Alle luci Erika Barresi. La regia è di Angelo Libri.

Gli spettacoli iniziano alle 20.45, dal martedì al sabato. La domenica alle ore 17. I biglietti hanno prezzi popolari: 12 euro l’intero; 9 euro il ridotto. A queste cifre si devono aggiungere 3 euro per la tessera.

INFO: 06.77076486 – www.teatrolospazio.it


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti