V municipio, Pietroletti: “Nel Parco di Centocelle e Villa De Sanctis chiusi i cancelli di notte”

Grazie alla convenzione tra il dipartimento Tutela ambiente e l’Associazione di Carabinieri in Congedo “Martiri di Nassiriya”. L'assessore all'Ambiente: "Confidiamo che il servizio venga esteso anche ad altri parchi"
Redazione - 1 Luglio 2015

“Da stasera, mercoledì 1 luglio, i cancelli del Parco di Centocelle e Villa De Sanctis saranno chiusi al tramonto e riaperti all’alba grazie alla convenzione tra il dipartimento Tutela ambiente e con l’Associazione di Carabinieri in Congedo “Martiri di Nassiriya”. A dare l’annuncio, attraverso la sua pagina Facebook, l’assessore all’Ambiente del V municipio.

Pietroletti“Questo servizio permetterà di preservare i parchi dagli usi impropri e dagli atti vandalici che possono avvenire di notte e aiuterà nella preservazione e manutenzione del verde – ha spiegato la Pietroletti – Confidiamo che questo servizio possa essere esteso anche ad altri parchi, anche del Dipartimento Periferie come il Torrione prenestino, e soprattutto alle aree giochi spesso oggetto di atti vandalici come al parco Madre Teresa di Calcutta, a Via del Campo all’Alessandrino, a Via dei Berio a Tor Tre Teste o davanti alla scuola Toti al Pigneto”.

Serenella

Commenti

  Commenti: 1


  1. Stamane 2 luglio alle ore 9,00 mi sono recato al parco villa de Sanctis e non ho trovato traccia di quanto dichiarato dall’Ass.re Municipale, tra l’altro vorrei ricordare che una iniziativa del genere deve essere attivata attraverso una Ordinanza che va resa pubblica su ogni cancello del Parco … altrimenti non può essere certo un Carabiniere pensionato a dire agli avventori di accomodarsi fuori. Che poi una precauzione del genere possa preservare la manutenzione del verde è tutta da dimostrare, piuttosto si rimetta in funzione l’impianto di irrigazione costato al contribuente centinaia di migliaia di euro e non si racconti che non lo si fa funzionare per via delle cavità sottostanti (la Piscina e gli spogliatoi del Centro Sportivo, ad esempio, come fanno?).

Commenti