Vasto rogo nella tendopoli della Croce Rossa di Monteverde: in fiamme due ambulanze

Gregorio Staglianò - 6 Gennaio 2017

Notte di paura alla sede della Croce Rossa di Monteverde a causa di un vasto rogo divampato questa notte. Intorno alle 22:00 è arrivata la chiamata ai soccorritori che sono intervenuti e hanno provveduto a spegnere le fiamme che nel frattempo avevano distrutto un’autovettura, un furgoncino e due ambulanze.

Nell’area, inoltre, è presente una tendopoli che ospita circa 400 rifugiati.

Nella stessa notte del vasto incendio della struttura di Via Cupa, brucia anche la CRI di Monteverde, e proprio per questa coincidenza, la autorità non escludono la pista dolosa, sebbene le indagini siano ancora in corso.

Sembrerebbe però che le fiamme siano state procurate accidentalmente da un senza fissa dimora che avrebbe acceso un fuoco per scaldarsi.

Fabrizio Santori

C’è anche chi chiede spiegazioni in merito alle fiamme della scorsa notte, come il consigliere regionale di Fratelli d’Italia della Regione Lazio Fabrizio Santori che esprime perplessità sull’accaduto, sottolineando: “Ora vogliamo tutta la verità su come sono andati i fatti che hanno fatto divampare l’incendio. In questi mesi abbiamo scritto a tutti e tutte le autorità, a partire dal Sindaco Raggi, dalla Presidente del XII Municipio Crescimanno e dagli stessi uffici che fanno capo al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti hanno garantito controlli sanitari e di sicurezza e altre belle parole che poi alla resa dei conti si rivelano fandonie. Abbiamo anche dimostrato come la presenza dell’hub abbia aumentato accattonaggio, questua molesta e addirittura abbia contribuito all’incremento del numero di molestie e aggressioni a scopo di rapina e spaccio all’interno della stessa struttura.”

Nel frattempo è arrivata anche la nota della Croce Rossa Italiana Roma che tramite il presidente Debora Diodati afferma: “Per fortuna la signora senza dimora non ha riportato gravi danni e non c’è stato nessun ferito. Certo abbiamo i danni ai nostri mezzi. Credo che questo episodio sveli ancora di più il dramma di chi vive per strada soprattutto in periodi di freddo intenso. Una realtà a cui Croce Rossa è vicina nel fornire assistenza anche in queste ore sul territorio di Roma. Credo, però, che sia urgente e necessario trovare soluzioni più strutturate per dare riparo a queste persone. E’ disumano che ci siano persone costrette a vivere in condizioni così precarie”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti