Ventisei artisti marchigiani in mostra a Capestrano

Il 23 luglio 2017 nel Castello Piccolomini all'esposizione curata dal critico d’arte Prof. Massimo Pasqualone è intervenuto  il sindaco della cittadina abruzzese Antonio D’Alfonso
Aldo Zaino - 24 Luglio 2017

Domenica 23 luglio 2017 presso il salone delle riunioni nell’interno dell’antico Castello Piccolomini di Capestrano è stata inaugurata una Mostra artistica con da ventisei artisti marchigiani, i quali  hanno scelto il caratteristico paese Abruzzese per esporre le proprie opere.

La mostra ha aperto le porte al pubblico alle ore 19 ma nel meraviglioso Castello di Capestrano l’animazione è iniziata dalle prime ore del pomeriggio. Infatti, gli artisti si sono dati un gran da fare per collocare le proprie opere nelle pareti del Salone delle Riunioni. Gli ospiti hanno ottenuto da Biagio Melchiorre un personaggio molto rappresentativo di Capestrano una valida collaborazione.

Alle ore 19 il prof. Massimo Pasqualone ha preso la parola e ha esposto da par suo l’importanza della mostra e la scelta del luogo, soffermandosi sulla personalità e sulle opere dei ventisei artisti: Agostini Alessandro, Angelo Salce, Carlo Gentili, Carina Pieroni, Cecilia Dionisi, Emidio Mozzoni, Enrica Consorti, Giorgina Violoni, Giulietta Straccia, Giusy Trippetta, Italo Pulcini, Katja Amabili, Lucia Catania, Luigi Pierantozzi, Marco Franchini, Marisa Rocci, Matilde Menicozzi, Miriam Pasquali, Nadia Portelli, Paolo Piunti, Patrizia Poloni, Patrizio Moscardelli, Rosella Iommi, Sandro Bisonni, Silvana  Martini, e Tiziana Marchionni.

Nel suo breve intervento il Sindaco di Capestrano Antonio  D’Alfoso ha espresso le sue congratulazioni e quelle di tutta l’Ammistrazione Comunale ai gentili ospiti ringraziandoli per aver scelto Capestrano per allestire la mostra, e nello stesso tempo si è complimentato con gli artisti per le bellissime pitture esposte.

Il primo cittadino di Capestrano ha regalato al curatore e al coordinatore dell’evento un volume pubblicato da “ONE GROUP Edizioni” Capestrano nella Valle Tritana, stampato con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia dell’Aquila.

Nel ponderoso volume oltre alla descrizione storica di Capestrano, figurano centinaia di foto che illustrano l’importanza del paese abruzzese e della personalità di San Giovanni da Capestrano.

Gli artisti hanno regalato al primo cittadino di Capestrano delle bottiglie di vino delle cantine marchigiane.

L’atmosfera si è animata nel momento delle foto ricordo. La mostra è aperta gratuitamente al pubblico.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti