Laboratorio Analisi Lepetit

Via Collatina 443 e il pericolo elettrodotto

La lotta dei residenti per risolvere il grave problema non risale al 2004
di Maria Giovanna Tarullo - 31 Ottobre 2009

Il complesso residenziale "Linea Nuova Residence" di via Collatina 443 è apparso molte volte sulle pagine del nostro giornale, per i problemi causati dal maltempo dello scorso dicembre.

Proprio per il nostro interessamento costante alle loro vicessitudini, i residenti del complesso hanno scelto il nostro giornale per denunciare un gravissimo fatto, che da anni crea problemi agli abitanti e non solo.

Stiamo parlando della presenza dell’elettrodotto 150KV Mentana-La Rustica, di proprietà dell’Acea, che attraversa completamente il territorio mettendo in serio pericolo anche i bambini dell’adiacente scuola materna.

La lotta dei residenti per sconfiggere il grave problema non è recente, ma risale al 2004 quando per la prima volta è stato denunciato l’accaduto al VII Municipio che ha accolto subito le richieste. Attraveso i dati del VII Municipio abbiamo constatato che gli abitanti sin dal 1995 avevano richiesto all’Asl una verifica della pericolosità dell’elettrodotto e l’avviso nel 2000 è arrivato anche all’ARPA per una misurazione dei campi elettromagnetici.

I residenti non hanno avuto minima traccia di alcun responso effettuato in merito alla situazione, in occasione della riunione del consiglio furono rinnovvate le richieste per la tutela della salute degli oltre 800 abitanti del complesso residenziale e dei bambini ed operatori della vicina scuola materna. Inoltre lo spostamento o l’interramento dell’elettrodotto, in quanto il territorio ormai abitato, non è più considerato terreno comune di campagna come nel vecchio ordinamento.

A distanza di cinque anni appuriamo in una lettera dell’Amministatore del complesso "Linea Nuova Residence", Massimo Quintavalle che la situazione rispetto al 2004 è nettamente peggiorata. Nei vari condomini si sono verificati casi di decessi causati da patologie tumorali e anche interventi chirurgici dovuti a neoplasie di vario genere, anche se ancora non vi è stato accertato il nesso con l’emissione dell’alta tensione preveniente dai due tralicci, i casi destano una forte proccupazione tra i cittadini.

Il sollecito da parte del Signor Quintavalle ha finalmente smosso le acque, nelle scorse settimane si è riunita la commissione congiunta servizi sociali ed ambiente, che ha visto la partecipazione di funzionari del 9 Dipartimento del Comune di Roma. Concordando la localizzazione di una centralina di monitoraggio della situazione, presso la Scuola Materna adiacente (situata tra Via Vertunni 15-Via Collatina 445) in quanto edificio di proprietà statale.

Speriamo di aggiornarvi al più presto, in merito a questa triste situazione.

Adotta Abitare A

Commenti

  Commenti: 2

    Commenti