Visita della sindaca Raggi al canile della Muratella

La dichiarazione della Sindaca di Roma e la replica dell'associazione Io me ne occupo
Enzo Luciani - 3 Marzo 2017

Il 2 marzo 2017 la sindaca Virginia Raggi si è recata in visita al canile della Muratella insieme a Daniele Diaco (presidente della Commissione Ambiente), Rosalba Matassa (responsabile Direzione promozione tutela ambientale e benessere degli animali del dipartimento Ambiente) e il nuovo gestore ‘Agro Aversano’.

Il video di Virginia Raggi alla Muratella

La dichiarazione della Sindaca di Roma e la replica dell’associazione Io me ne occupo

Virginia Raggi

Ce l’abbiamo fatta: abbiamo riportato la legalità nel canile della Muratella. Dopo anni, abbiamo ridato dignità e garantito i diritti e il benessere degli animali favorendo gli operatori che ora lavorano in condizioni di sicurezza.

Sono tanti i miglioramenti apportati: per la prima volta, dopo 15 anni, abbiamo ottenuto la separazione funzionale tra canile sanitario (di cui è responsabile la Asl) e canile rifugio ed è stato nominato un medico veterinario professionista che lavora stabilmente nella struttura.
Inoltre, dal 17 gennaio con la nuova gestione, il numero dei cani è in progressiva diminuzione grazie alla pianificazione dei trasferimenti e all’aumento delle adozioni.

Ci tengo infatti a ricordare che negli anni passati non si era mai scesi al di sotto dei 600 cani presenti: un sovraffollamento che metteva a rischio la loro salute.

Abbiamo trovato una situazione molto difficile e condizioni pessime per gli animali: i cani erano tantissimi e molti di loro erano tenuti, anche per diverse settimane, all’interno di gabbie molto piccole che venivano sistemate in modo disordinato, generando disagi a più livelli. Oggi i cani sono ospitati unicamente all’interno dei box e i corridoi sono stati liberati. Abbiamo inoltre ripristinato condizioni igienico sanitarie adeguate nel gattile sanitario.

Ma non basta. Ora si punta a lavorare alla manutenzione e al miglioramento della struttura con l’ampliamento dei box che avranno spazi raddoppiati rispetto al passato. Sono state effettuate operazioni di pulizia delle canaline di scolo e per il miglioramento del drenaggio delle aree adibite alle passeggiate dei cani.

L’ingresso dei volontari verrà regolarizzato tramite specifici protocolli con le associazioni e la fascia oraria per le adozioni sarà estesa, ampliandola anche al week end.

Il nuovo gestore sta riattivando la linea telefonica e metterà in funzione un sito web che migliorerà la tracciabilità dei cani, incentivando così le adozioni.

In poco più di un mese le novità già sono enormi e dirompenti. E tutto con un notevole risparmio: in passato si sono sfiorati i 5 milioni l’anno di costo per le casse capitoline, ora siamo scesi a 1,5.
Un’ottimizzazione delle risorse che viaggia di pari passo con il miglioramento della qualità di vita degli animali e delle condizioni dei lavoratori. È un nuovo capitolo per i canili di Roma Capitale.

Io me ne occupo

Nio, uno dei cani della Muratella

In molti ci hanno chiesto una risposta alle curiose dichiarazioni del Sindaco. Noi preferiamo rispondere con i fatti, preferiamo lasciare il business dei canili a chi ha dato 1.800.000 euro ad un allevatore che vende circa 30 razze di cane nelle strutture che gestisce oltre il canile della Muratella.
Non siamo come chi dovrebbe combattere il randagismo e premia coloro che ne sono la causa principale, questo è il vero business sui canili.
Comunque la nostra risposta sarà su grande schermo, infatti vi aspettiamo allo Spazio Comune Cinema Aquila il 16 marzo alle 20.45 per la proiezione di Piccolo Mondo Cane, documentario realizzato da Matteo Bennati e Claudio Casale che racconta dell’autogestione del canile Muratella, portata avanti dagli ex lavorat* a causa dell’abbandono di Roma Capitale e del suo Sindaco Virginia Raggi dal primo maggio 2016 fino al 17 gennaio 2017, giorno dell’insediamento “manu militari” del nuovo gestore.
Questa è la nostra migliore risposta, raccontare la verità senza filtri, senza una sceneggiatura precostituita atta a raccontare una verità distorta come spesso accade al nostro Sindaco.

Ricordiamo per chi volesse adottare un cane o un gatto nel canile Muratella può visitare la pagina Facebook dell’associazione dedicata alla sponsorizzazione degli animali detenuti nella struttura comunale Canile Muratella-Roma/Io Me Ne Occupo. Liberiamo gli animali dal business dei canili.

Piccolo Mondo Cane Clip 1: il benessere degli animali


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti