Wunderka(V)er! La meraviglia dell’arte contemporanea

In mostra fino al 30 giugno al Rifugio Antiaereo di piazzale Konrad Adenauer
di Laura Roxana Neamtu - 24 Giugno 2009

Noti artisti e giovani talenti hanno esposto le loro creazioni alla Mostra collettiva d’arte contemporanea Wunderka(V)er! inaugurata giovedì 18 giugno presso il Rifugio Antiaereo del Palazzo Eur s.p.a, uno spazio decisamente suggestivo in cui si è cercato di dare voce a tutte le singole vocazioni espressive degli artisti, imponendo come unico filo conduttore la ricerca di un’auto-rappresentazione riflessiva.

“Abbiamo impiegato tre mesi per la preparazione della mostra – dichiara la fautrice del progetto, Cecilia Paolini – La scelta del luogo non è stata di certo casuale e anche il titolo della mostra racchiude un duplice significato: richiama cioè le wunder-kammern del XVI secolo, camere dove erano conservate le collezioni d’arte e gli oggetti preziosi, cosi come oggi sarà possibile scoprire nelle stanze del Rifugio le preziosità dell’arte contemporanea. L’evento è stato realizzato grazie alla preziosa collaborazione con Eur s.p.a,  grazie alla quale il 25 luglio e il 25 agosto prenderà vita Enomusic Arte, due serate all’insegna dell’intrattenimento, arte e musica. Ringraziamo anche la Provincia e il comune di Roma e gli artisti, come i maestri Gambini e Stefano Maria Ansini e tutti gli altri ai quali rivolgo la mia più profonda ammirazione”.

Gli artisti che hanno esposto sono:

Massimo Villani con le sculture in legno come “Torso” che riflettono come primaria sensazione l’estrema morbidezza, dovuta alla totale assenza di dettagli spigolosi. Valerio De Filippis con opere come “Il Giocattolaio” e “Burnt”, una pittura concentrata sulla rappresentazione di una carnalità ferita mortalmente. Claudio Gambini che espone opere “Senza Titolo” realizzate con tecniche miste, che ricordano l’artista americano Jackson Pollock. Alexandru Moraru, le cui opere, pienamente astratte, rimandano a un importante fattore per la vita, l’acqua. Irene Taddei con opere come “Tensione Dinamica” e “Spazio del Movimento”. Gamariel che attraverso una penna ottica e una tavoletta grafica produce opere d’arte che consacrano una nuova tipologia artistica denominata da lei stessa “New Vision Art”. Monia Basso, un’artista che crea ambienti spesso servendosi dei materiali più disparati, sui quali opera sempre non limitandosi a un uso passivo della materia, ma lavorandola, incidendola. Roberta Di Girolamo con opere come “Rome” e “Abisso”. Daniele Matteucci che tenta di inserire la scultura nella pittura, di creare una pittura plastica che riproduca nelle tre dimensioni oggetti di vita quotidiana, come si può vedere nell’opera “Tutte le Morti non sono bianche” con la quale l’artista si avvicina a un tema di attualità molto sentito in Italia. Antonella Scaglione con opere di forte impatto emotivo che colgono i molteplici aspetti naturali. Claudio Piacentini con creazioni come “Mandala: potere, punti cardinali, bindu” in cui traspare l’immersione dell’artista in mondi e culture diversi per appropriarsene e riuscire a rendere l’idea di equilibrio non solo cromatico, ma anche stilistico e formale. Ferruccio Maierna, le cui opere, create con rame, ferro e acciaio risultano mobili, tese verso lo spazio che li circonda. Stefano Maria Ansini con capolavori come “Angelo della Morte” e “Angelo Rosso”. Augusto Poderosi nelle cui creazioni pervade la dimensione spirituale. Blukobalto con opere come “Fragilità” e “Donna”.

La mostra Mostra collettiva d’arte contemporanea Wunderka(V)er!
Roma, 18-30 giugno, Rifugio Antiaereo Eur Spa, piazzale Konrad Adenauer 8
Ingresso libero, feriali 16-20 e festivi 10-20
Info 3497782748


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti