20ᵃ Corsa di Miguel: tutto esaurito per la 10 chilometri di domenica 20 gennaio

La manifestazione podistica che ricorda a Roma la figura del maratoneta-poeta argentino desaparecido Miguel Sanchez, partirà alle 9.30 da Piazzale della Farnesina
Aldo Zaino - 18 Gennaio 2019

Tutto è pronto per la Corsa di Miguel, la manifestazione podistica che ricorda a Roma  la figura del maratoneta-poeta argentino desaparecido Miguel Sanchez, in programma domenica 20 gennaio a Roma con partenza alle ore 9.30 da Piazzale della Farnesina.

L’appuntamento si svolgerà sul classico percorso di 10 chilometri lungo il Tevere e all’interno del Parco del Foro Italico, per poi concludersi nell’atmosfera unica dello stadio Olimpico.

Gli organizzatori del Club Atletico Centrale sono più che soddisfatti della risposta dei runner di tutta Italia, in quanto con 5.952 iscritti alla 10 chilometri competitiva si è stabilito il record storico di iscritti.

A questi, si sommeranno gli oltre 2000 della 10 chilometri non competitiva, le cui iscrizioni sono ormai chiuse per il sold out registrato, e altrettanti per la Strantirazzismo, la non competitiva per tutti che partirà alle 10.45 dal Ponte della Musica. A quest’ultima prova, realizzata in collaborazione con l’Uisp Roma, ci si potrà iscrivere domani e sabato al Villaggio di Miguel allestito da Cisalfa EUR e domenica mattina allo Stadio dei Marmi e al Ponte della Musica, fino a pochi minuti prima della partenza.

INIZIATIVE E CURIOSITA’: In gara, ci sarà anche Brent Weigner, un americano 68enne che detiene il record per il numero di paesi dove ha corso la maratona (133), che ha scelto la Miguel perché vuole partecipare alla prima gara ufficiale dove correranno i podisti dell’Athletica Vaticana.

In occasione della corsa, allo Stadio dei Marmi sarà effettuata una raccolta di coperte per i senzatetto in collaborazione con la Comunità di Sant’Egidio.

Infine, grazie alla Federugby, quest’anno il vincitore della Strantirazzismo verrà premiato con un pallone del 6 Nazioni firmato da tutti gli azzurri della Nazionale.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti