7 Settembre 1791… Roma, nasce Giuseppe Gioachino Belli

Almanacco di Roma a cura di Stefano Crivelli - 7 Settembre 2020

Il 7 Settembre del 1791 nasce Giuseppe Gioachino Belli.

E’ questo il giorno in cui si svolge tradizionalmente l’omaggio al grande poeta.

GioachinoBelliNella sua vita (che si conclude nel 1863) il Belli compone ben 2.279 sonetti in romanesco (la produzione più corposa della letteratura italiana in dialetto dell’Ottocento), che rappresentano la più importante testimonianza linguistica, storica e antropologica della nostra città.

Giuseppe Gioachino Belli

 

Almanacco del 7 Settembre

1159      Durante il Conclave, il collegio cardinalizio si divide in due fazioni: una maggioritaria, composta da 24 Cardinali e seguace della politica anti imperiale, che elegge Papa il Cardinale Rolando Bandinelli con il nome di Alessandro III, ed una minoranza, 6 Cardinali propugnanti invece una politica filo imperiale, che elegge il Cardinale Ottaviano dei Crescenzi Ottaviani con il nome di Papa Vittore IV (considerato Antipapa).

1303      E’ la data dello “Schiaffo di Anagni”, episodio occorso nella cittadina laziale ai danni di Papa Bonifacio VIII. Si tratta in realtà non tanto di uno schiaffo materialmente dato, quanto piuttosto di un oltraggio morale, anche se la leggenda attribuisce a Sciarra Colonna l’atto di schiaffeggiare il Pontefice. Tale vicenda è uno degli atti conclusivi del grave dissidio che era sorto da anni tra il Papa ed il re di Francia Filippo il Bello, per definire l’eventuale supremazia del potere spirituale su quello temporale, come auspicato dal Papa stesso.

1870      Il Governo Italiano decide di entrare in Roma con l’esercito per porre fine al potere temporale dei Papi. Viene fatto un ultimo tentativo di accordo per evitare lo scontro armato. Il conte Gustavo Ponza di San Martino viene inviato a Roma latore di una lettera nella quale il Re d’Italia invita il Papa ad accettare l’occupazione in cambio di garanzie di libero esercizio della fede.

1940      Nasce il regista Dario Argento, soprannominato “maestro del brivido”.

1979      A Fiumicino atterra un Dc 8 dell’Alitalia con 172 passeggeri a bordo, dirottato da un commando di libanesi.

1996      Si spegne il regista Bruno Corbucci.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti