Conosci la tua Roma, conosci il tuo quartiere

È il filo conduttore dell’Agenda del Parco 2016 di prossima pubblicazione
Redazione - 21 Ottobre 2015

Roma è una città che non si può possedere, è imprendibile. Per il poeta Mauro Marè “Roma è una città fantastica. Non esiste. Tanto che ognuno deve costruirsela con la fantasia. Non ha una fisionomia perché ne ha infinite”.
Giacomo Leopardi, così scriveva, il 6 dicembre 1822, dalla capitale a suo fratello Carlo: “L’unica maniera di poter vivere in una città grande (…), è quella di farsi una piccola sfera di rapporti, rimanendo in piena indifferenza verso tutto il resto della società. Vale a dire fabbricarsi dintorno come una piccola città, dentro la grande…”

Ciò vale anche per il V municipio che su una superficie di 26,98 kmq vanta una popolazione di 244.662 (al 31/12/2014), superiore a Messina (240.414 ab.) e appena inferiore a quella di Verona (260.125), rispettivamente 13° e 12° nella classifica delle più popolose città italiane.

AGENDA del Parco 2016

Partendo da tale considerazione l’Agenda del Parco 2016, in avanzato stato di preparazione e giunta alla 15 edizione, ha come scopo principale far conoscere ai lettori la propria Roma, il quartiere in cui si vive o lavora e far riscoprire la parte di grande bellezza che è in bella vista davanti a occhi distratti, talvolta sotto piedi ignari di dove si stia camminando e di quanta storia si stia calpestando. E, in buona sostanza restando incapaci di apprezzare la propria Roma per quello che vale, di viverla e tutelarla per quello che merita, e quindi non radicandosi nella nostra parte di Roma.

Si vuole far emergere e conoscere la grande Bellezza dimenticata del V municipio (le vie consolari, l’Acquedotto Alessandrino, le ville imperiali, le catacombe, le necropoli, le torri).
Il V infatti è attraversato da tre antiche strade romane (via Prenestina, via Casilina, via Collatina) e che sono ricche di antiche vestigia e degne di essere ammirate e di riempire di orgoglio i cittadini dei quartieri.

Nel volume realizzato dall’associazione Amici del Parco ed edito dalla Cofine Srl (48 pagine a 3 euro, e a diffusione gratuita presso gli sponsor) sono messe in evidenza bellezze dei quartieri PignetoPrenestino-LabicanoVilla GordianiCollatinoVilla De SanctisTorpignattaraCentocelle, Alessandrino, Quarticciolo, Tor Tre Teste, Casale Rosso, Tor Sapienza, La Rustica e “Mistica.

Senza dimenticare le opere medievali e di epoca più recente. La via Francigena (in questa Agenda richiamata sinteticamente), il cui itinerario è stato illustrato nell’Agenda del Parco 2015 intende proprio consentire una conoscenza più approfondita di tutto ciò che merita di essere visto in tutti i quartieri lungo il suo percorso.

Assolutamente da conoscere per poi poterli frequentare e godere delle loro attrattive ambientali, monumentali, culturali e sportive sono i parchi, presenti pressoché in tutti i quartieri.

Viene indicato anche il percorso della metro C che attraverso le sue stazioni apre le porte di molti quartieri alla ricerca dei monumenti, dei parchi, dei centri culturali e sportivi e di numerose attrattive di cui i nostri quartieri sono ricchi, ma che spesso non sono conosciuti, perché scarsamente pubblicizzati.

Il V vanta anche una tradizione industriale e artigianale, con numerosi edifici industriali sia nell’ex VI che nell’ex VII municipio, progettati da personalità famose (per tutti l’ing. Pierluigi Nervi) e chiese di cui una famosa in tutto il mondo: quella delle Tre Vele dell’archistar Richard Meier inaugurata il 26 ottobre 2003.

Serenella

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti